Controllo straordinario della polizia nel centro storico

0
CONDIVIDI
Centro storico, controllo con pattuglie miste: denunce e sequestri
Controllo pattuglie miste polizia esercito nel Centro Storico a Genova
Controllo pattuglie miste polizia esercito nel Centro Storico a Genova

GENOVA. 29 DIC. Nel pomeriggio di ieri, personale del Commissariato Pré, avvalendosi della pattuglia mista Polizia-Esercito e di 10 unità del VI Reparto Mobile, ha effettuato servizi straordinari di controllo del territorio nel centro storico cittadino.

L’attività si è concentrata principalmente in area Expo dove stazionano abitualmente i venditori ambulanti e i parcheggiatori abusivi. Un giovane senegalese, irregolare sul T.N., notato più volte molestare gli automobilisti nei pressi della biglietteria dell’Acquario, è stato fermato e denunciato per il reato di clandestinità.

Il pattugliamento appiedato si è esteso poi nei vicoli adiacenti a via Prè dove sono stati eseguiti anche controlli amministrativi in due locali per verificare l’osservanza del divieto di vendita di bevande alcoliche tra le 15.00 e le 06.00.

 

Nello stesso pomeriggio, gli agenti della squadra volanti del Commissariato Prè hanno fermato in Piazza Sant’Elena un senegalese di 27 anni, già conosciuto alle Forze dell’Ordine in quanto spacciatore abituale del centro storico. Lo straniero durante il controllo è stato trovato in possesso di un telefonino risultato appartenere ad una donna che ancora non si era resa conto di averne subito il furto.

Il 27enne, già sottoposto ad obbligo di firma, è stato denunciato per ricettazione. Il telefono cellulare è stato subito restituito alla vittima ignara.

Anche gli agenti dell’U.P.G., ieri mattina, sono intervenuti nei pressi del parcheggio di Porta Siberia dopo la segnalazione di alcuni cittadini molestasti da un gruppo di senegalesi che chiedeva con insistenza denaro. Alla vista della Polizia gli stranieri si sono dati alla fuga ma, dopo un faticoso inseguimento, gli agenti sono riusciti a bloccarne uno. L’uomo, un cittadino senegalese di 21 anni, in Italia senza fissa dimora, è stato accompagnato presso gli uffici della Questura e denunciato per la violazione della normativa sull’immigrazione.

LASCIA UN COMMENTO