Controlli anti clandestini, presi e lasciati liberi a Santa Margherita

4
CONDIVIDI
48 enne aggredisce donna con un pugno in faccia
Controlli anti clandestini a Santa Margherita, ma gli immigrati irregolari rimangono liberi e si fanno beffa del nostro paese
Controlli anti clandestini a Santa Margherita, ma gli immigrati irregolari rimangono liberi e si fanno beffa del nostro paese

GENOVA. 11 MAR. Ieri in nottata, nel corso di un predisposto servizio coordinato predisposto dal comando della Legione carabinieri Liguria, i militari dell’aliquota Radiomobile di Santa Margherita Ligure hanno deferito in stato di libertà per “ingresso e soggiorno illegale nel Territorio dello Stato”  un 43enne keniano e un senegalese di 35 anni, poiché controllati sul lungomare Vittorio Veneto, risultavano essere privi di documenti e permesso di soggiorno. Avviate le procedure di espulsione, ma sono stati rilasciati liberi.

I carabinieri, inoltre, hanno controllato in località Lo Scoglio un palestinese di 27 anni, poi deferito in stato di libertà per la “violazione delle norme  sull’immigrazione”.

E’ stata poi inoltrata la proposta per il foglio di via obbligatorio nei confronti di due romene, meretrici,  rispettivamente di 28 e 38 anni, entrambe domiciliate presso strutture alberghiere di Santa Margherita e di Genova, controllate in nottata lungo la via SS1 Aurelia, ove stazionavano per prostituirsi.

 

 

4 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO