Home Politica Politica Genova

Confalonieri, LaMiaLiguria e Traviata, Paita: Regione mediasettizzata

1
CONDIVIDI
La capogruppo regionale del Pd Raffaella Paita intervistata in Regione

GENOVA. 16 DIC. “All’inizio fu Confalonieri invitato al salone Orientamenti. Poi è stata la volta dei politici nazionali di destra al Carlo Felice e gli amici di Mediaset all’evento sul turismo con la presentazione di LaMiaLiguria. Più che la scalata Vivendi a Mediaset stiamo assistendo alla scalata di Mediaset alla Liguria. Senza contare che vorremmo sapere anche per quale motivo Toti, come moderatore dell’appuntamento odierno, abbia deciso di far venire da Milano un giornalista della sua ex azienda”.

Lo ha dichiarato oggi la capogruppo regionale del Pd Raffaella Paita.

“Il governatore – ha aggiunto Paita – pensa forse che i cronisti genovesi non siano all’altezza o più semplicemente gli serviva qualcuno che non rischiasse di metterlo in difficoltà? E ancora qualche domanda: chi ha pagato il conto della sfarzosa serata di ieri al Carlo Felice? Chi ha tirato fuori i quattrini per i biglietti omaggio che Toti ha distribuito a mani basse a vip, politici e amici? La Regione (e quindi i cittadini) oppure il Carlo Felice? Perché regalare biglietti per  “La Traviata” – togliendo incassi al Teatro – a persone che di certo non avrebbero avuto difficoltà ad acquistarli? Toti risponda”.


“Intervista non autorizzata – ha replicato indirettamente Toti sulla sua pagina Facebook – Su Repubblica edizione di Genova sono stati pubblicati stralci di una conversazione, anzi, direi di un litigio, tra me e un giornalista che non è stato in grado di intendere il senso delle cose e degli esempi puramente fittizi usati nella discussione. Credo che questo modo di fare non aiuti la professione, il giornale per cui lavora, e la nostra regione”.

 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here