Home Spettacolo Spettacolo Genova

Concerto per Giorgio Gaslini oggi al Conservatorio

0
CONDIVIDI
Concerto per Giorgio Gaslini oggi al Conservatorio

GENOVA. 17 DIC. Questo pomeriggio, sabato 17 dicembre (Salone del Conservatorio, ore 17) è in programma un concerto in omaggio a un artista che ha esplorato le diverse anime della musica d’oggi, Giorgio Gaslini.

Pianista, compositore, direttore d’orchestra, Giorgio Gaslini, scomparso nel 2014, è stato un musicista “a tutto tondo”, aperto a qualsiasi esperienza stilistica ed estetica. Jazzista di fama internazionale (è stato titolare dei primi corsi jazz nei Conservatori di Roma e Milano, aprendo la strada all’ingresso ufficiale del jazz in tutti gli Istituti italiani), è stato anche particolarmente attivo nella musica contemporanea, collaborando con vari musicisti e producendo in campo sinfonico, teatrale e ballettistico.

A lui il Conservatorio “Niccolò Paganini” dedicherà un articolato concerto che metterà in luce le sue diverse anime “musicali”. Introdurrà il musicologo Adriano Bassi, autore di un ricco volume critico-biografico sull’artista (“Giorgio Gaslini, non solo jazz”).


Toccherà poi al pianista jazz Andrea Pozza, docente al Paganini, affiancato dagli studenti Susanna Massetti (voce), Gianluca Salcuni (saxofono), Emanuele Valente (contrabbasso) e Giorgio Griffa (batteria) proporre un’antologia di pagine di Gaslini nel settore, appunto, jazzistico.

Seguirà “Una sera a casa Gershwin” per due pianoforti, interpretato dalle docenti Debora Brunialti e Paola Biondi.

La Sonata composta nel 2012 da Gaslini verrà interpretata dal pianista Massimiliano Damerini (da pochi giorni in pensione, dopo quarant’anni di insegnamento al Paganini nell’ambito della musica da camera), mentre la chiusura sarà affidata ancora al duo pianistico Biondi e Brunialti che, affiancato dalle percussioni (lo studente Edoardo Maragliano), interpreterà “Peintres au cafè Sonnant”, impreziosito dalla proiezione di un video curato da Francesco Leprino.

L’ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti.

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here