Home Spettacolo Spettacolo Genova

Concerto jazz all’Auditorium dell’Acquario

0
CONDIVIDI
Concerto jazz all’Auditorium dell’Acquario

GENOVA. 29 MAR. Sabato 1 Aprile 2017, ore 20.30 all’ Auditorium  dell’Acquario di Genova, Il Comitato “Amici del Jazz G. Dagnino” presenta una serata di festa e di grande musica jazz.

Il concerto a programma è un’occasione per iniziare il sostegno delle  prossime attività del nuovo Museo del Jazz, che, come più volte annunciato sui media, si trasferirà in via del Seminario presso  al quarto piano dell’edificio che ospita la Biblioteca Berio, in nuovi e adeguati spazi. Un trasferimento (e conseguente potenziamento delle attività ad ogni livello) propiziato dall’Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Genova.

In apertura  di serata il grande tributo alla Swing Era ed al genio del chitarrista virtuoso Django Reinhardt con il concerto della Gipsy Trojka guidata dall’eccellente chitarrista Renzo Luise, con Eros Crippa alla seconda chitarra, e Francesco Olivieri al contrabbasso. Un gruppo tutte corde, dunque, nello spirito esatto delle string band europee degli anni Trenta che animavano le notti parigine: virtuosismo, humor, ritmo e poesia.


A seguire Genova Jazz Quintet, ensemble dedito al jazz mainstream di grande comunicativa e impatto, con la tromba “old school” del grande Fabrizio Cattaneo, ed il clarinetto inventivo e guizzante di Vittorio Castelli, uno dei massimi specialisti in Italia. Il gruppo è completato da Bruno Sartore al pianoforte, Dino Cerruti al contrabbasso, Rodolfo Cervetto alla batteria.

Gran finale con una figura leggendaria nella storia del jazz italiano: il fisarmonicista Gianni Coscia, veterano di mille gruppi e situazioni che hanno reso speciali le note blu della Penisola: accompagnatore di Milva, ricercatore con Gianluigi Trovesi, autore di splendidi duetti con  Renato Sellani, collaboratore di Berio.  Il gruppo che lo accompagnerà attinge la ritmica dalla formazione precedente, e dunque gli ottimi Cerruti e Cervetto, in più il pianoforte di Nando De Luca.  In repertorio classici del jazz, composizioni originali, brani attinti da colonne sonore celebri: un irresistibile melange di stili tutti riuniti sotto le dita volanti di Coscia, degno finale per una serata all’insegna del jazz più classico e trascinante.

Nel corso della serata sarà possibile sostenere il nascente nuovo Museo del Jazz, e tesserarsi per le prossime attività in programma.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here