Concerto dedicato ai Lieder a Levanto

0
CONDIVIDI
Concerto dedicato ai Lieder a Levanto
Concerto dedicato ai Lieder a Levanto
Concerto dedicato ai Lieder a Levanto

LA SPEZIA. 11 AGO. Questa sera, giovedì 11 agosto alle ore 21,30 il XXV Festival Massimo Amfiteatrof accoglierà presso la Chiesa di S. Andrea di Levanto la Liederabend, serata totalmente dedicata ai Lieder, composizioni per voce solista e pianoforte. Il concerto vedrà protagonisti il mezzosoprano Carolina Krogius e il pianista Ettore Prandi.

Nella storia musicale tedesca i lieder ( canzoni) rappresentano una componente essenziale e determinante e nell’opera di Schubert e Schumann assumono un valore di alto significato tecnico ed estetico. Il Lied attraversa l’intera storia della lingua e della musica tedesche e indica sin dalle più remote origini una poesia lirica cantata su una determinata melodia.

L’origine del lied romantico risale al nascente spirito nazionalista nella musica tedesca nel XVIII secolo. Haydn e Mozart scrissero lieder e il ciclo di Beethoven, “An die ferne Geliebte” (All’amata lontana) può essere ritenuto un precedente ai grandi cicli narrativi di Schubert, l’autore che meglio ha rappresentato lo splendore del liederismo romantico. La produzione di lieder ha una singolare importanza con Schubert, non solo per il numero di opere (più di 600 brani) ma soprattutto perché in questo genere il compositore austriaco arrivò prestissimo alla maturità stilistica: in ciò fu aiutato, oltre che dalla sua straordinaria capacità di percepire in profondità il senso poetico, anche dalla mancanza di modelli troppo vincolanti ed autorevoli.

 

Con Schubert l’espressione musicale dell’io giunse al punto di massima e feconda tensione con il testo poetico. Nell’insieme i lieder di Schubert formano una grandiosa antologia della poesia tedesca coeva, a cominciare da Goethe, senza dimenticare i maggiori esponenti della letteratura romantica, da Novalis a Schiller. La tradizione dei lieder ha trovato fioritura anche in altri ambiti e compositori, come Jean Sibelius e Benjamin Britten: nel contesto inglese di Britten del XX secolo alla canzone d’arte furono preferiti brani di matrice folkloristica.

Il programma di Carolina Krogius ed Ettore Prandi includerà i grandi lieder di Schubert, Britten e Sibelius: di questi ultimi due compositori verranno proposti i corpus liederistici, rispettivamente A Charm of Lullabies op. 41 e i Cinque Lieder, op. 37

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO