Home Spettacolo Spettacolo Genova

Concerto aperto per il 50° anniversario della statizzazione del Paganini

0
CONDIVIDI
Marco Guidarini. Concerto aperto per il 50° anniversario della statizzazione del Paganini

GENOVA. 12 GIU. Domani sera, giovedì 13 luglio al Carlo Felice (ore 20,30) vi sarà la Grande festa della musica. Nell’ambito dei festeggiamenti per il 50° anniversario della statizzazione del Conservatorio, grazie al contributo di Regione Liguria , viene proposto infatti  un concerto offerto alla città in cui si esibirà l’Orchestra “Niccolò Paganini” diretta da Marco Guidarini e con Masha Diatchenko violino solista.

L’Orchestra Paganini è nata proprio per l’occasione, ed ha una storia del tutto particolare. Si è infatti pensato di richiamare a Genova tutti coloro che negli anni si sono formati nell’ Istituto genovese, chi ancora nel Palazzo della Meridiana, chi già nella Villa Bombrini di Albaro.

“E’ stato un lavoro complesso formare l’elenco del possibile organico strumentale. – ha detto il Direttore Roberto Iovino – E’ stato invece facilissimo convincere i nostri amici musicisti a venire. Si è infatti registrato subito un notevole entusiasmo e chi ha dovuto rinunciare lo ha fatto a malincuore per l’impossibilità di conciliare i propri impegni professionali con le date di prove e di esecuzione. Arriveranno cento strumentisti di età compresa fra i 14 e i 79 anni. – continua Iovino – Ci saranno musicisti con una prestigiosa carriera alle spalle a leggio con giovanissimi allievi, in un ideale passaggio di testimone. Ognuno con la propria storia personale, ma anche con i ricordi vivi e incancellabili di preziosi momenti trascorsi nelle aule dell’Istituto”.


Quindi tutti i protagonisti della serata sono stati allievi del “Paganini”in primis  il direttore Marco Guidarini, che all’interno del Conservatorio Paganini ha vissuto anche l’esperienza di docente.

Il programma prevede l’Ouverture dal “Flauto magico” di Mozart, il Concerto per violino e orchestra di Brahms e la Sinfonia n.7 di Beethoven.

Il Concerto è aperto alla città, quindi ad ingresso libero fino ad esaurimento posti.

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here