Colpo in canna e coltello d’assalto: arrestati due rapinatori genovesi

0
CONDIVIDI
Colpo in canna e coltello d’assalto: arrestati due rapinatori genovesi
Colpo in canna e coltello d’assalto: arrestati due rapinatori genovesi
Colpo in canna e coltello d’assalto: arrestati due rapinatori genovesi

GENOVA. 1 SET. Ieri, a Genova, alle 17.30 la polizia ha arrestato, in flagranza due italiani rapinatori pregiudicati: B.G. 42enne nato a Napoli, ma residente a Genova e R.F.S. un genovese di 63 anni.

I due, con il volto travisato da maschera in gomma e caschi, avevano poco prima perpetrato una rapina al centro laboratorio e analisi cliniche “Il Baluardo 2” in Corso De Stefanis a Marassi.

Nella circostanza, minacciando una dipendente con un coltello, si sono impossessati della somma di 3.000 euro circa in banconote di vario taglio.

 

I due dopo una prima fuga con uno scooter rubato, hanno utilizzato uno scooter ‘pulito’. Una volta fermati dagli agenti della Squadra Mobile, il 42enne è stato trovato in possesso del denaro sottratto, di una pistola semiautomatica marca Beretta mod. 34 cal.9 mm corto con il colpo in canna e del coltello utilizzato nel corso della rapina, di uso militare “d’assalto” con una lama di 15 centimetri.

Il 63enne, invece, è stato trovato in possesso della maschera in gomma e degli indumenti indossati nel corso della rapina. Da accertamenti è emerso inoltre che quest’ultimo era sottoposto agli arresti domiciliari con permesso d’uscita in determinati orari.

Il B.G. è stato così arrestato anche per il porto abusivo di arma comune da sparo e di arma da taglio, mentre il R. F. S. anche per il reato di evasione aggravata.

La somma di denaro rapinata, interamente recuperata, è stata restituita mentre, per entrambi, si sono spalancate le porte del carcere di Marassi.

Attualmente sono in corso le ricerche dello scooter rubato e utilizzato per la fuga, mentre proseguono le indagini per vedere se i due siano gli autori anche di recenti rapine, commesse con le medesime modalità, in danno di alcuni esercizi commerciali e agenzie della stessa zona di Marassi, oltre che di San Martino e San Fruttuoso. (nelle foto: il materiale sequestrato ai rapinatori).

LASCIA UN COMMENTO