Home Cronaca Cronaca Genova

Cocci di bottiglie di vetro, pipì e degrado. I residenti: movida fuori controllo

26
CONDIVIDI
Bottiglie di vetro

GENOVA. 1 MAG. “Ennesimo risultato negativo, lo scorso week end, della ordinanza sulla movida. I residenti si ritrovano in un tappeto di cocci di bottiglia e orina”.

Lo ha dichiarato oggi Claudio Garau del Comitato residenti e commercianti di Sarzano.

“Altri venerdì e sabato sera senza controllo, dopo che i locali chiudono – ha aggiunto Garau – in virtù di un regolamento errato, che penalizza, chi opera seriamente, e agevola i bar fai da te. I locali chiusi, nessuna speranza di trovare un bagno pubblico, la presa selvaggia di chi viene nel Centro Storico, considerandolo un porto franco. Per non parlare dell’insicurezza. Invece di premiare i ristoratori, abbiamo controlli a tappeto sulle attività, anziché sui predoni della città vecchia, come diceva il grande Fabrizio De André”.


 

26 COMMENTI

  1. Tenere aperto di notte i locali perché la gente non pisci nei vicoli e una stramberia. La gente se ne deve andare a casa non a girare cantare beŕe le birre che nello zainetto ruttare urinare e altri come ieri notte

  2. Dovreste vedere Pegli in estate. Un incubo. In spiaggia lasciano di tutto, ci sono state anche delle risse, c’è un locale il “Rombo” che fa’ musica dal vivo e tengono il volume tanto alto che non si riesce a dormire. I clienti del night “Tabarca” quando escono dal locale fanno la pipi’ nel sottopasso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here