Civm, Coppa “Selva di Fasano”: Roberto Malvasio con onore

0
CONDIVIDI
La Honda di Roberto Malvasio (ph Salite - Stile di vita)
La Honda di Roberto Malvasio (ph Salite - Stile di vita)
La Honda di Malvasio (ph Salite – Stile di vita)

RONCO SCRIVIA, 18 mag. – Partecipazione interlocutoria, sul piano squisitamente agonistico, quella di Roberto Malvasio in Puglia alla 59^ Coppa “Selva di Fasano“, secondo atto del Civm (Campionato Italiano Velocità Montagna): il pilota di Ronco Scrivia, in gara con la Honda Civic 2000 di classe Racing Star Plus della DP Racing de L’Aquila, ha chiuso l’impegno conquistando una considerevole 95^ posizione assoluta finale (su 206 piloti classificati), l’ottavo posto in un folto raggruppamento ed il quinto di classe. Partecipazione molto più importante, invece, su quello prettamente tecnico, in quanto il portacolori della Winners Rally Team, dopo aver subìto nelle prove un problema al cambio, ha avuto l’opportunità di rivedere l’assetto della vettura e di adattarlo maggiormente alle proprie caratteristiche di guida.

“Ora mi sembra che la Honda stia meglio in strada – osserva Roberto Malvasio – magari sarà un pò meno performante ma, visto che è difficile avvicinarsi ai tempi degli avversari migliori, preferisco avere una vettura che sento più sicura. La gara pugliese ha confermato in toto la sua fama: difficilissima e con un percorso davvero molto veloce su un tipo di asfalto molto variabile e, causa anche diversi piovaschi, difficile da interpretare. Al di là di tutto, ritengo positiva la mia partecipazione a questa prova: ho avuto l’opportunità di accrescere positivamente il mio bagaglio d’esperienza nel Civm e ho ulteriormente realizzato che quello delle cronoscalate è davvero un mondo di piloti capaci e dalla professionalità molto elevata, soprattutto nella gestione della gara”.

Roberto Malvasio tornerà in gara a fine mese alla 47^ “Verzegnis – Sella Chianzutan“, il terzo round del Campionato Italiano Velocità Montagna, in programma nel week end del 29 maggio in Friuli. “E’ un’altra bella prova – rileva – a cui ho già partecipato: la conoscenza del percorso mi darà l’opportunità di misurarmi meglio con gli avversari del mio raggruppamento che, nelle prime due prove, mi sono stati davanti”.

LASCIA UN COMMENTO