Cittadini caruggi d’accordo con consiglieri M5S: Salvatore autoritaria

1
CONDIVIDI
Claudio Garau, delegato e portavoce del Comitato dei commercianti di Sarzano: sono d'accordo con i consiglieri regionali M5S, Salvatore autoritaria
Claudio Garau, delegato e portavoce del Comitato dei commercianti di Sarzano: sono d'accordo con i consiglieri regionali M5S, Salvatore autoritaria
Claudio Garau, delegato e portavoce del Comitato dei commercianti di Sarzano: sono d’accordo con i consiglieri regionali M5S, Salvatore autoritaria

GENOVA. 10 APR. Riceviamo e pubblichiamo la contro replica di Claudio Garau, delegato e portavoce del Comitato dei commercianti di Sarzano, alle accuse rivoltegli dal consigliere regionale M5S Alice Salvatore in riferimento allo scontro fra la rappresentante dei pentastellati e i cittadini, impegnati nel difendere il territorio dei caruggi.

“Spett.le Liguria Notizie,

La verità fa male. Leggendo il vostro giornale online questa mattina ho visto che la dott.ssa Alice Salvatore, per voce del suo avvocato, diffida la Vostra testata per aver pubblicato le mie dichiarazioni.

 

Provo tristezza e sono amareggiato per questo. Diffidare i giornalisti per replicare ai cittadini, pretendendo che si cancellino dal web le loro opinioni e critiche, appare un metodo non solo pericolosamente demenziale e oscurantista, ma anche autoritario come osservato pure da 4 su 6 consiglieri regionali del M5S, i quali hanno pubblicamente contestato quelli che sarebbero stati usati dalla dott.ssa Salvatore nel movimento politico.

Chiunque ha il diritto di replica (come correttamente da Voi concesso alla dott.ssa Salvatore). Tuttavia, chi assume ruoli politici in democrazia, ha il preciso dovere di ascoltare le istanze della cittadinanza e di accettare il libero confronto, rispettando la libertà di stampa, opinione e critica, senza pretendere censure con insensate diffide o velate minacce.

Io mi assumo la responsabilità di quello che ho detto e da Voi gentilmente pubblicato. La questione della sicurezza e della legalità nel centro storico è una cosa seria, che non si combatte solo dietro a un microfono o su una poltrona in Regione.

Aggiungo una nuova domanda alla Signora Salvatore o Dottoressa o tutti i titoli che ha, io sono solo un caruggiante:

Bastava alzarsi dalla sedia, prendere la legge contro l’abusivismo approvata dalla giunta Toti, andare a Tursi dal sindaco Doria e dall’assessore alla Legalità Fiorini e chiedere di farla rispettare. Avrebbe senz’altro decapitato gran parte dell’illegalità a Genova. Perché non lo ha fatto?

Al contrario, nel centro storico diciamo grazie a Edoardo Rixi, che si è impegnato per ottenere questa legge. Le differenze fra i politici urlanti e chi fa delle cose sono evidenti e concrete.

Conscio e consapevole di aver espresso il parere di molti, non ritiro nulla. Spaccando il capello in 4 posso solo dire che sulla raccolta delle 1000 firme la dott.ssa Alice forse non poteva sapere, anche se noi avevamo contattato tutte le forze politiche, ma sul resto sono granitico.

Cordiali saluti e buon lavoro”.

 

1 COMMENTO

  1. Ma perchè non è andata a dirglielo in faccia a questo signore? Di cosa ha paura? Deve metterci di mezzo un avvocato per minacciare un giornale? Vedete che…non sanno quello che fanno gli ex presunti comunisti? Hanno paura di un confronto umano e poi si riempiono la bocca che difendono il cittadino,ma discuterne a tu x tu….hanno paura.

LASCIA UN COMMENTO