CIRCONVENZIONE D’INCAPACE PER TITOLARE CASA DI RIPOSO

0
CONDIVIDI
Una 61enne, con problemi psichici, è stata trovata morta stamane in una casa di riposo a Rapallo

circonvenzione d'incapaceGENOVA. 4 LUG. Dapprima ha fatto in modo che si allontanasse dagli amici e dal suo medico curante, poi si è fatta intestare un appartamento in pieno centro a Genova e 100 mila euro.

Per questo la titolare di una casa di riposo è stata condannata a tre anni e sei mesi di carcere con l’accusa di circonvenzione di incapace aggravata.

La donna dopo essere rimasta vedova e senza alcun figlio e parente, era stata accudita da una coppia di vicini di casa, ma poi, l’anziana, all’epoca dei fatti novantenne, veniva ricoverata presso la comunità alloggio.

 

Dopo alcuni mesi, il vicino di casa ha chiamato la titolare dicendo che sarebbe andato a prendere l’anziana per riportarla a casa. Immediata la reazione della donna che inizia a negare le visite dei conoscenti e anche del medico curante e nel frattempo convince l’ospite a nominarla erede universale, facendosi intestare tutti i beni.

Sono stati gli stessi amici dell’ anziana a insospettirsi per il rifiuto della titolare a fare vedere l’anziana e a muovere i primi passi per fare avviare le indagini.

LASCIA UN COMMENTO