Home Politica Politica Genova

Circolo Cap: Salvini rinunci a convegno. Lega: niet lo deve dire il questore

0
CONDIVIDI
Scritte al Cap contro convegno Salvini e Rixi "Riprendiamoci il lavoro"

GENOVA. 26 APR. Libertà e democrazia. Il direttivo del circolo Cap, storico ritrovo della sinistra genovese e dei camalli, che nella sede di via Albertazzi ha ospitato varie formazioni politiche, fra cui quella del M5S, stasera ha chiesto ufficialmente alla Lega Nord Liguria di rinunciare al convegno “Riprendiamoci il lavoro” organizzato per domenica prossima con la presenza del segretario federale Matteo Salvini.

La decisione è arrivata dopo il primo ok al convegno ed in seguito all’opposizione dei centri sociali e di alcuni esponenti della sinistra, che si sono dichiarati contrari all’evento leghista. Sui muri accanto al porto sono anche comparse scritte contro Salvini.

Lo hanno deciso questa sera i consiglieri dopo due ore di riunione: “Prendendo atto che esiste la possibilità che domenica 30 aprile la città debba fare i conti con qualche problema di ordine pubblico, il comitato direttivo, confermando con convinzione la validità della scelta di rispondere positivamente alla richiesta della Lega, chiede alla stessa di rinunciare a tenere il suo convegno sul lavoro nella nostra sede, Ci sono scelte delicate della quali nella nostra storia ci siamo sempre assunti la responsabilità e intendiamo continuare così. Non è assolutamente pensabile e accettabile che una iniziativa nella nostra sede si possa tenere al centro di un recinto di forze dell’ordine, con il pericolo che qualcuno con l’obiettivo di impedirne lo svolgimento causi tensione ed eventualmente scontri con le stesse”.


Domani alle 11 è prevista una conferenza stampa in cui i responsabili del Cap spiegheranno nel merito le loro ragioni.

“La Lega Nord Liguria è pronta, come sempre, per il bene della città e nel rispetto delle regole – ha affermato il Carroccio ligure – a seguire ogni indicazione di ordine pubblico che ci sarà data da Prefettura e Questura. Rimaniamo, tuttavia, in attesa di conoscere nel merito le motivazioni che dovrebbero portarci a non svolgere un convegno sul lavoro nel Circolo dell’Autorità portuale a cui sono annunciati come relatori esponenti dell’autorità portuale stessa, un eurodeputato di questo collegio, il presidente della giunta regionale e l’assessore dello Sviluppo economico della Regione Liguria. Tutte persone con cui sindacati, forze sociali e lavoratori portuali dialogano costantemente e fortemente impegnate nel rilancio dello scalo ligure e del superamento della riforma Fornero”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here