Cippo Giuliani e mercatino illegale, poliziotti del Coisp attaccano Doria

74
CONDIVIDI
Il mercatino illegale di corso Quadrio: i poliziotti del Coisp attaccano Doria
Il mercatino illegale di corso Quadrio: i poliziotti del Coisp attaccano Doria
Il mercatino illegale di corso Quadrio: i poliziotti del Coisp attaccano Doria

GENOVA. 23 LUG. “L’idea del sindaco di Genova Marco Doria di realizzare un monumento che ricordi le tragiche giornate del G8 genovese del 2001, ci pare un ottima idea da condividere appieno. Ma se vuol far passare il cippo alla memoria di Carlo Giuliani in Piazza Alimonda come monumento per ricordare il G8, allora il Coisp dice no, questo non possiamo accettarlo”.

Il segretario ligure del  Coisp Matteo Bianchi ieri ha replicato a Doria, in merito al monumento dedicato a Carlo Giuliani, ma ha anche puntato il dito contro l’istituzione del mercatino illegale in corso Quadrio, che aveva provocato molte proteste di residenti e commercianti.

“Chiariamo ancora una volta il nostro pensiero: dedicare un cippo a chi cercò di uccidere un rappresentante delle forze dell’ordine è un chiaro esempio di come si voglia tollerare ed aiutare l’illegalità di questo paese. Cercare di farlo passare ora, come il sindaco Doria vorrebbe, solamente come un monito dei fatti avvenuti durante il G8 del 2001, non è accettabile ed anzi pare quasi una presa in giro.

 

D’altronde, non ci si poteva aspettare niente di meglio da chi mesi fa ha di fatto reso legale quello che è tutt’altro che legale, ossia il mercato di venditori abusivi realizzato in Corso Quadrio. Si tratta di un chiaro esempio di come certa politica faccia di tutto per incoraggiare l’illegalità a scapito di chi quotidianamente invece cerca di far rispettare l’ordine e le leggi di questo paese, e poi si lamenta se non vi è sicurezza.

Ancora una volta, quindi, contrariamente a quanto affermato pochi giorni fa, il sindaco Doria si dimostra tutt’altro che vicino agli uomini ed alle donne in divisa dimostrando coi fatti e con le parole di voler difendere chi invece andrebbe condannato e di non voler prendere le parti di chi invece meriterebbe ben altro trattamento, nonostante garantiscano l’ordine e la sicurezza di tutti, con quei pochi strumenti e risorse a loro disposizione”.

 

 

 

74 COMMENTI

  1. Sig.ra panesi si parlava dei fatti del g8 ..e quindi non centra nulla con il fatto che lei menziona..poi i gradi di giudizio sono tre quindi finché la condanna non passa in giudicato essendo io gatantista aspetto.comunque non centra nulla con i fatti del g8 di 15 anni fa…mi chiamo Zora..grazie

LASCIA UN COMMENTO