Home Cronaca Cronaca Genova

Cinghiali in città, Comune vara piano tecnico

3
CONDIVIDI
Cinghiali in città, Comune vara piano tecnico

GENOVA. 15 GIU. Si è tenuta questa mattina a Palazzo Tursi la prima riunione operativa del tavolo tecnico predisposto dal Comune di Genova per affrontare l’emergenza cinghiali nel territorio comunale e diminuire l’impatto causato dalla presenza degli ungulati in ambito urbano.

Erano presenti all’incontro, convocato dal Direttore generale Luca Uguccioni, la Direzione Ambiente e la Protezione Civile del Comune di Genova, la Polizia Municipale, Aster e Amiu.

Il Comune di Genova ha programmato una serie di azioni preventive: ripristino della recinzione che ostacolava la discesa degli animali dall’Oasi delle Mura verso l’abitato, nei punti in cui è stata danneggiata; la pulizia delle particelle di proprietà comunale nelle aree confinanti tra abitato e Parco delle Mura; adeguamento, dove possibile, della gestione raccolta rifiuti (previo contatto con la cittadinanza interessata, anche tramite gli amministratori di condominio); monitoraggio della presenza effettiva dei cinghiali e georeferenziazione sia dei punti che risultano frequentati dagli animali, sia delle segnalazioni pervenute dai cittadini.


A luglio è prevista anche una campagna informativa rivolta a tutta la cittadinanza, con particolare riferimento alle zone maggiormente frequentate dagli ungulati, per sensibilizzare la popolazione ad un corretto comportamento da tenere in caso di incontro, a partire dal divieto di offrire cibo agli animali con ordinanza sindacale n. 425/2011 e legge 221/2015.

Successivamente a tale azione informativa, verrà avviato un ulteriore e più specifico programma di controllo del rispetto di tale divieto.

A tale proposito si ricorda che il controllo della fauna selvatica, compreso il cinghiale, in base alla normativa vigente, è oggi competenza della Regione Liguria.

La recentissima sentenza della Corte Costituzionale (n. 139 del 23/05/2017) ribadisce a tale proposito il principio dettato dalla normativa nazionale, secondo il quale l’abbattimento dei cinghiali in azioni di controllo selettivo è appannaggio della Polizia Provinciale.

Il Sindaco, com’è noto, ha il compito di tutelare la pubblica incolumità e l’igiene pubblica. Per tali scopi ha titolo ad emanare ordinanze, così come è stato fatto nel caso di specie con l’O.S. n. 425/2011, che prevede sia l’allontanamento che il contenimento degli esemplari di cinghiale presenti in ambito urbano, ad opera appunto della Polizia Provinciale, recentemente transitata alle dipendenze della Regione Liguria.

3 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here