Home Cronaca Cronaca Genova

Cinghiale avvistato nella notte davanti alla stazione Brignole

19
CONDIVIDI
Cinghiale avvistato nella notte davanti alla stazione Brignole

GENOVA. 20 MAG. Nuova passeggiata nella notte in centro per un cinghiale. Un ungulato è stato visto a passeggio nella notte nei giardini davanti alla stazione ferroviaria di Genova Brignole.

L’animale è stato avvistato da automobilisti e passanti, mentre si aggirava nei giardini di viale Caviglia e lo hanno segnalato alla centrale operativa dei vigili urbani.

Gli agenti della polizia municipale hanno presidiato l’area per evitare che l’animale potesse intralciare la circolazione e diventare un pericolo.


A notte inoltrata il cinghiale si è allontanato dirigendosi verso il vicino torrente Bisagno.

Stanno diventando sempre più frequenti gli avvistamenti di cinghiali nel centro cittadino.

Ma cinghiali sono stati avvistati più volte nel Bisagno anche a gruppi, nel quartiere di Albaro, nel parcheggio dell’ospedale San Martino, nei pressi della Lanterna e, naturalmente, sulle alture.

19 COMMENTI

  1. Ma fate tante polemiche quando avvistata un cinghiale senza dire niente lo acchiappare lo mettete nel cofano e domani salsiccia costate zampone e fatto anche a porchetta che e la fine del mondo magari sarebbero in Sicilia peccato che da noi non ce ne soni neanche nelle riserve private ma avete carne gratis e vi. Lamentate pure. Ma siete fuori di testa maaaa chi vi capisce e bravo

  2. Cercano il cibo che uomini imbecilli hanno bruciato!! Comunque preferibile. Incontrare un cinghiale che lo schifo di umani ubriachi drogati ladri e puzzolenti ! Che fine hanno fatto i delinquenti che hanno dato fuoco ai boschi?. Stanno bonificando le zone?

  3. E’ venuto a contare gli animali a due zampe privi di cervello e cuore. Ridategli il territorio che madre natura gli aveva destinato, pazzi incendiari e palazzinari, allora sì che staranno lontani da noi tutti, che non siamo buoni nemmeno per salsiccia.

  4. Questi animali hanno perso l’indole selvatica e la paura verso l’uomo, ma possono essere aggressivi e pericolosi. Purtroppo chi gli ha fornito cibo li ha condannati. Sono da abbattere perché non sono più capaci di vivere nel loro habitat, il bosco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here