Cinese con abbonamento Amt falso

0
CONDIVIDI
Cinese trovata sulla metropolitana con abbonamento falso
Cinese trovata sulla metropolitana con abbonamento falso
Cinese trovata sulla metropolitana con abbonamento falso

GENOVA. 18 OTT. Una cinese quarantenne durante un controllo del titolo di viaggio in metropolitana all’altezza della Darsena è stata trovata con un abbonamento falsificato.

Lei ha provato a giustificarsi dicendo: “non capisco l’italiano. Non capisco italiano”, ma i controllori dell’Amt hanno chiamato la polizia e la donna è finita in questura.

Qui ha provato a ridire: “non capisco l’italiano”, ma gli agenti dall’esame dei documenti hanno scoperto che la cinese era in Italia dal 15 anni ed aveva superato in modo brillante l’esame di lingua italiana obbligatorio per ottenere la carta di soggiorno. Una volta smascherata la cinese ha ammesso di avere taroccato l’abbonamento Amt cancellando il mese di validità con uno adesivo di cera.

 

La donna è stata denunciata per falso e sanzionata con una multa di 1800 euro.

LASCIA UN COMMENTO