Home Cronaca Cronaca Mondo

CINEMA IN LUTTO. MORTO L’ATTORE ROBIN WILLIAMS. FORSE SUICIDIO

0
CONDIVIDI

williamsrobinlnSACRAMENTO 12 AGO. L’attore americano Robin Williams è morto ieri all’età di 63 anni.

A confermarlo le autorità locali dello Stato della California. Gli agenti sono stati i primi a confermare la morte di Williams, che è stato scoperto “incosciente e privo di respiro dentro la sua residenza” a Tiburon, nord California.

“Lo Sceriffo dell’Ufficio Coroner Divison sospetta che la morte sia un suicidio a causa di asfissia” – riferisce testualmente il rapporto della polizia. Un’indagine sulla sua morte è in queste ore in corso.


Nel mese di luglio l’attore si era ricoverato in riabilitazione in una clinica per dipendenze da alcol e droga dopo essere stato sottoposto qualche mese fa ad un delicato intervento cardiochirurgico per la sostituzione di una valvola aortica. Poi il ritorno a casa e la “discesa all’inferno” di una forte depressione che peraltro con alti e bassi aveva sempre segnato la sua vita. Sposato tre volte, Williams lascia tre figli.williamsrobinmorkln

Robin McLaurin Williams era molto amato dal pubblico cinematografico anche in Italia. Era nato a Chicago il 21 luglio del 1951, è stato un comico, cabarettista, attore cinematografico e attore televisivo di grande fama. Attore di formazione teatrale, ottiene una grande popolarità televisiva sul finire degli anni settanta interpretando l’alieno Mork nella serie tv “Mork & Mindy” dal 1978 al 1982, una delle prime serie trasmesse in Italia dalle reti Mediaset.

In seguito, come dimostra la cospicua produzione concentrata soprattutto tra gli anni ottanta e novanta, è stato protagonista sul grande schermo di ruoli brillanti in pellicole di notevole successo, in cui è stato interprete dalla comicità debordante e fulminante come in “Mrs. Doubtfire” ma anche un attore intenso e misurato in ruoli meno divertenti come “L’attimo fuggente” con 4 nomination alll’Oscar, talvolta anche drammatici come nel thriller psicologico “One hour photo”.williamsrobindoubtfireln

Tra gli altri, vanno ricordate le interpretazioni di Braccio di Ferro in “Popeye” di Robert Altman del 1980, di Adrian Cronauer in “Good Morning, Vietnam!” del 1987, è stato inoltre appunto l’eclettico e anticonformista Professor John Keating ne “L’attimo fuggente” di Peter Weir del 1989, “Hook Capitan Uncino” per Steven Spielberg 1991 e il commovente ma divertente papà travestito da tata nel citato “Mrs. Doubtfire” di Chris Columbus del 1993 e uno dei protagonisti in “Insomnia” del 2002 di Christopher Nolan.williamsrobinattimofuggenteln

Vincitore di un Oscar del 1998 con “Good Will Hunting”, in molte pellicole ha duettato a fianco di grandi star come Robert De Niro, Dustin Hoffman, Jeff Bridges e Al Pacino, destreggiandosi con efficacia e dimostrando innate doti istrioniche. Meno rilevante nel complesso l’attività degli ultimi anni, in cui ha recitato prevalentemente in commedie di minor successo.

Marcello Di Meglio

io-robot-robin-williams

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here