Home Sport Sport Savona

CICLISMO, VENTO PROTAGONISTA ALLA GRAN FONDO SITE’ DE PRIA

0
CONDIVIDI

granfondo_pietraSAVONA 07 OTT. Si meritavano ben più iscritti gli uomini della LoaBikers, che domenica 6 ottobre a Pietra Ligure hanno messo in scena la 3a edizione delle Granfondo Sitè da Pria. Sono stati poco meno di 400 i ciclisti che hanno iscritto i loro nomi nella lista di partenza, sfidando le pessime previsioni meteorologiche dei giorni precedenti. Una sfida vinta dai 350 partenti più coraggiosi, che hanno così potuto godere di una splendida giornata autunnale, baciata dal sole e da temperature più che miti.

Ospiti di eccezione in questa edizione sono stati l’ex pro Andrea Noè, autore di una fuga bidone fino a Spotorno, e dall’ex maglia rosa Paolo Savoldelli, che a bordo della moto ha commentato in diretta parti della corsa.

La festa è iniziata il sabato dove una bella giornata ha accolto i piccoli ciclisti che si sono impegnati nella Ciclopedalata Pietrese; guidati da Noè, i ciclisti in erba, in compagnia dei genitori, hanno percorso un anello di una decina di chilometri tra le strade della cittadina.


Alcune nubi e un vento freddo si sono invece presentati nel pomeriggio, mandando deserto l’happening di spinning.

Come sempre molto ricco il pacco gara, che ha regalato agli iscritti un pacco di pasta Conad, quattro confezioni di frutta Noberasco, un prodotto Multipower, un budino della Frascheri, un sacchetto di ghiaccio istantaneo e un termometro della Safety e un prodotto Costa Ligure.

A fare da sfondo alla manifestazione è stata la splendida piazza San Nicolò in pieno centro di Pietra Ligure, mentre la partenza e l’arrivo sono stati posti sull’affascinante lungomare adiacente la piazza.

La corsa, su percorso unico di 92 chilometri per 2100 metri di dislivello, è partita alle 10.00 precise con il count-down scandito dallo speaker Ugo De Cresi, che ha animato la giornata. La bandierina è stata abbassata dall’assessore allo sport Pietro Cassanello, grande sostenitore della manifestazione. Il gruppo si è subito diretto a Spotorno percorrendo la splendida litoranea, dove ha affrontato la prima salita di giornata.

Il forcing avviene già sulle prime rampe e il battistrada si riduce ad una trentina di elementi. Ad un chilometro dal controllo cronometrico è il napoletano Francesco Cipolletta, residente da anni a Lucca, ad aumentare l’andatura e prendere subito alcuni metri di vantaggio. Alla sua ruota si lancia il milanese Paolo Castelnovo, coperto da Alzexander Zhdanov, compagno del napoletano.

Il terzetto si lancia in una fremente fuga, che man mano gli permette di guadagnare sempre più margine sugli inseguitori. Le salita si susseguono alle discese e la pianura non farà mai la sua comparsa. Oltre alle pendenze, impegnative ma mai impossibili, il grande ostacolo da affrontare è il forte vento di Tramontana, che soffia per la gran parte del percorso in faccia ai ciclisti. Un vento che però permette di tenere lontana la pioggia e di affrontare tutta la corsa con una giornata di splendido autunno.

La corsa finisce così la sua storia, fino a un chilometro dall’arrivo, dove il massiccio Zhdanov lancia una bordata alla quale replica solo il compagno Cipoletta; desiste l’esile Castelnuovo. Con una mossa di grande fair-play il russo lascia la vittoria al compagno di squadra, che passa così il traguardo a braccia alzate, permettendo anche a Castelnuovo di salire su un meritatissimo secondo gradino del podio.

Tra le donne la vittoria va ad un volto noto nel mondo delle granfondo del Nord-Ovest: la torinese Olga Cappiello, che decide la corsa fin dalle prime pedalate. Secondo posto per la valtellinese Valentina Mabritto che sul Colle del Melogno raggiunge e sorpassa la cuneese Erica Magnaldi, che chiude così il podio femminile.

Tra le società la vittoria per numero di partenti va al sodalizio cuneese GS Passatore, seguita dal milanese Team Cinelli Glass’nGo e dall’altro milanese Brontolo Bike di Andrea Noè.

La festa è finita con il consueto pasta party coordinato, preparato e servito dagli alacri e precisi uomini del Gruppo Alpini Loano, con pasta al pesto o al sugo rosso, pane, prosciutto, frutta e acqua.

«Siamo stati fortunati – ammette Pier Nicola Pesce – che il tempo ci abbia regalato una bella giornata. Peccato che le previsioni dei giorni scorsi abbiano fatto desistere tanti dall’iscriversi. Tutto è andato a meraviglia, e soprattutto si sono divertiti tutti. Un ringraziamento va all’assessore Cassanello e a tutta l’amministrazione comunale di Pietra Ligure, così a tutti i Comuni attraversati e a tutti i volontari che ogni volta permettono che tutto funzioni a meraviglia.»

Tutte le informazioni sulla manifestazione sono disponibili sul sito web ufficiale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here