Ciclismo, Granfondo Loabikers: il percorso tra bellezze artistiche

0
CONDIVIDI
Il Trofeo del Priamar a Savona
Granfondo di Loano
Granfondo Loabikers

SAVONA 3 SET.  Ormai sempre più le granfondo sono uno strumento di promozione del territorio, con i partecipanti alle manifestazioni ciclistiche che, in occasione delle stesse, hanno l’opportunità di soggiornare nelle località turistiche che le ospitano e di scoprirne le bellezze.

I partecipanti della Granfondo Loabikers del prossimo 2 ottobre avranno così la possibilità di conoscere meglio Loano (Sv), località marittima sede di partenza e arrivo della competizione, e le particolarità dell’entroterra ligure.

Passeggiando sul lungomare loanese si potranno ammirare le opere abbracciate dal progetto “Loano Fontane d’Arte”, iniziativa che ha portato il gusto del bello nel quotidiano, consentendo di ammirare dal vivo e senza barriere le opere di Ugo Nespolo, Bruno Chersicla, Walter Valentini, Sandro Lorenzini e Fulvio Filidei, in una vera e propria galleria d’arte all’aperto.

 

Tra le architetture religiose meritano sicuramente una visita il Duomo di Loano, in pieno centro e risalente alla prima metà del ‘600, l’Oratorio di Nostra Signora del Rosario, nelle adiacenze del Duomo, e quello di San Giovanni Battista, sempre nel centro cittadino. Alle porte della città sorge il Convento di Monte Carmelo, eretto nei primi anni del ‘600, all’interno del quale si possono apprezzare numerose opere cinquecentesche e seicentesche.

Palazzo Doria spicca tra le architetture civili: oggi sede del municipio, fu edificato nel XVI secondo su progetto dell’architetto Galeazzo Alessi. Da ammirare il portale in ardesia e la fontana di marmo di Taddeo Carlone. Tra le fortificazioni militari si può apprezzare ancora la Torre Pentagonale del 1602 e il Castello dei Doria, sito in località Borgo Castello, e risalente al XII secolo.

A Toirano (Sv), a pochi chilometri dalla costa, è possibile apprezzare lo spettacolo naturalistico offerto dalle omonime grotte, cavità carsiche ricche di stalattiti e stalagmiti dove sono stati ritrovati numerosi reperti archeologici di età preistorica. L’entroterra offre poi una varietà di itinerari nel verde, da percorrere a piedi o in MTB, che potranno essere oggetto di piacevoli escursioni immersi tra i profumi dell’autunno ligure. Di particolare interesse lo scenario offerto dal Lago di Osiglia, nella Val Bormida, lambito dalla granfondo.

Le iscrizioni alla Granfondo Loabikers sono possibili alla quota di 35 euro, valida fino al 30 settembre. Le ultime iscrizioni, da effettuarsi sul posto nelle giornate di sabato 1 e domenica 2 ottobre, saranno possibili invece a 40 euro. Le modalità di registrazione e pagamento sono esplicitate nell’apposita sezione del sito web della granfondo.

LASCIA UN COMMENTO