Ci ha lasciati il figlio di Edoardo, Luca De Filippo

0
CONDIVIDI
E' mancato Luca De Filippo
E' mancato Luca De Filippo
E’ mancato Luca De Filippo

ROMA. 28 NOV. Era stato ricoverato quindici giorni fa  per una discopatia interrompendo la tournée della commedia di suo padre Eduardo “Non ti pago”, Luca De Filippo.

Subito dopo gli viene diagnosticato un male incurabile e muore lasciando un vuoto incolmabile nel mondo del teatro.

Luca era nato a Roma nel 1948 dalla relazione tra il maestro del teatro e la soubrette Thea Prandi. Morte la mamma e subito dopo anche la sorella, a dodici anni si ritrova solo con un padre anziano, all’epoca Eduardo aveva 60 anni, che lo portava con sé alle pomeridiane e che per lui scriveva delle particine per tenerlo in scena.

 

Così Luca entro presto nel mondo del teatro come del resto aveva fatto tutta la sua famiglia.

Ma il vero debutto di Luca è a 20 anni con Il figli di Pulcinella di Eduardo, con lo pseudonimo Luca della Porta. Intensa, da quel momento, la sua attività teatrale, con la regia del padre e molte sono anche le apparizioni cinematografiche e televisive. A maggio del 2003 debutta al Teatro San Carlo, con la regia di Francesco Rosi, la nuova messa in scena di Napoli Milionaria!, a quasi sessant’anni dalla prima storica rappresentazione del 25 marzo 1945. Nel 2015 diventa direttore della Scuola di Recitazione del Teatro Stabile di Napoli.

“La scomparsa di Luca De Filippo ci priva di un grande interprete della scena italiana, autentico erede della tradizione napoletana capace di portare la sua verve non solo nel repertorio classico ma anche in quello contemporaneo conducendo una vita nel teatro, con il teatro, per il teatro”. Queste le parole del ministro dei Beni culturali Dario Franceschini.

Una scomparsa inattesa  che getta tutti nello sgomento e priva il teatro italiano di uno dei suoi più sensibili interpreti e di un custode appassionato e creativo di quella tradizione drammaturgica e attoriale che da Napoli ha saputo conquistare i più vasti successi in Italia e nel mondo.

I funerali laici lunedì 30 novembre dalle 14 alle 18 al Teatro Argentina di Roma. Ieri sera c’è stato un minuto di silenzio in tutti i teatri italiani.

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO