Chris Rast vince a Portovenere

0
CONDIVIDI
Il podio finale a Portovenere
Il podio finale a Portovenere

LA SPEZIA. 19 APR. Il campione del mondo dei Melges 24 Chris Rast con le sue tattiche ha portato al trionfo “Section16” di Richard Davies. A Portovenere si è svolta la prima tappa delle Sailing Series® per i Melges 20: sono state cinque giornate spettacolari organizzate in maniera impeccabile da B.Plan Sport&Events in collaborazione con Melges Europe ed il Comitato Circoli Velici del Golfo della Spezia.

Grazie alla continuità nelle varie prove ed all’ottima ultima giornata( 2-1-2)Section 16 ha dominato l’evento disputato nella bellissima cittadina ligure e seguito da un folto pubblico di appassionati della vela. L’ imbarcazione svizzera ha staccato di ben 12 punti la monegasca “Out of Reach” di Guido Miani (che ha chiuso l’ultima giornata con due vittorie ed un secondo posto, guidata dalle chiamate tattiche di Gabriele Benussi) e di 28 punti la statunitense “Pinta” di Michael Illbruck (3-4- 4), con il vincitore dell’America’s Cup John Kostecki.

La prima imbarcazione italiana è stata “Stig” ( ITA65) di Alessandro Rombelli, che ha conquistato la quarta piazza. Un’altra barca italiana al quinto posto: “Mezzaluna” dell’armatore Marco Franchini. La spettacolare flotta di 41 Melges 20, di dodici nazioni differenti, ha portato a termine otto prove ed è stato così possibile per tutti scartare il risultato peggiore ottenuto durante questa prima tappa del circuito dei Melges 20.

 

La seconda tappa delle Sailing Series® Melges 20 si terrà ai primi di maggio a Porto Ercole (dal 6 all’8 di maggio)

Questa la classifica finale della prima tappa.1) Richard Davies, “Section 16”(Svizzera),20; 2)Guido Miani, “Out of Reach” (Monaco),32; 3) Michael Illbruck, “Pinta”(USA),48; 4)Alessandro Rombelli, “Stig” ( Italia),64; 5) Marco Franchini, “Mezzaluna”, Italia,70; 6)Matteo Marenghi Vaselli, “Raya”(Monaco), 71; 7) Achille Onorato, “Mascalzone Latino Jr.” (Italia),73; 8) Igor Rytov, “Russian Bogatyrs” ( Rissia), 74; 9) Dmitry Samokhin, “Rocknrolla”(Russia), 75; 10) Krzysztof Krempec, “Mag Tiny” (Polonia), 78.
PAOLO ALMANZI

LASCIA UN COMMENTO