Home Cronaca Cronaca Genova

CHIESTA L’ASSOLUZIONE DI MATTEO BIGGI PER INCAPACITA’ D’INTENDERE. AVEVA UCCISO COETANEO ED OMONIMO

0
CONDIVIDI

biggi-matteoGENOVA. 20 GIU. Chiesto dal Pm Luca Scorza Azzarà l’assoluzione, per vizio di mente, per Matteo Biggi, il portuale trentenne che lo scorso 12 novembre uccise  con una coltellata il suo collega, omonimo e coetaneo.

Nel contempo il Pm ha chiesto la permanenza per l’uomo di cinque anni in una struttura psichiatrica.

Da una perizia, il Biggi che è detenuto presso l’ospedale psichiatrico giudiziario di Montelupo Fiorentino, era totalmente incapace d’intendere e di volere al momento del fatto essendo, anche, afflitto da un delirio persecutorio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here