Chiede di fare una telefonata perché sta male e gli punta le forbici al collo

0
CONDIVIDI
Ecuadoriani pusher durante una lite estraggono pistola

GENOVA. 1 DIC. La polizia ha arrestato un 35enne italiano, residente a Genova, pregiudicato per rapina aggravata. Le volanti della Questura e del Commissariato Centro sono intervenute poco dopo le 5.00 in soccorso di un uomo che era appena stato rapinato del telefono cellulare.

La vittima ha raccontato che, mentre percorreva Vico del Serraglio, è stata avvicinata da uno sconosciuto che gli ha detto di non sentirsi bene e gli ha chiesto in prestito il cellulare per una telefonata urgente.

L’ignaro passante ha acconsentito alla richiesta ma, quando ha passato il proprio iPhone, è stato minacciato dal malvivente, che gli ha puntato al collo un paio di forbici appuntite.

 

I poliziotti hanno immediatamente avviato le ricerche del rapinatore, aiutandosi con il sistema di geo-localizzazione attivo su quel tipo di smartphone che ha indirizzato gli agenti verso la zona di Via Gramsci.

Di lì a breve il soggetto è stato individuato e bloccato in Via di Sottoripa. Sottoposto a perquisizione, è stato trovato in possesso delle forbici usate per la rapina, mentre il cellulare non è stato rinvenuto.

Al termine degli atti di rito, l’arrestato è stato associato alla Casa Circondariale di Marassi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

LASCIA UN COMMENTO