Chiede asilo in Italia, arrestato per lo stupro fatto in Germania

0
CONDIVIDI
Una trentenne francese si è presentata al Galliera e ha denunciato una violenza sessuale: prima ha bevuto con amici occasionali e poi ha acconsentito a seguirli in albergo per un festino a base di droga
Un furbetto pakistano 22enne si è presentato al centro di accoglienza di Ventimiglia fingendo di essere profugo:in realtà era colpito da mandato di arreso europeo per uno stupro avvenuto in Germania
Un furbetto pakistano 22enne si è presentato al centro di accoglienza di Ventimiglia fingendo di essere profugo:in realtà era colpito da mandato di arresto europeo per uno stupro avvenuto in Germania

IMPERIA. 12 FEB. Un furbetto pakistano si è finto profugo di guerra per sfuggire alla giustizia tedesca, ma è stato arrestato dalla polizia italiana di Ventimiglia.

Il 22enne in realtà era già immigrato in Germania, da dove i magistrati avevano emesso un mandato di cattura europeo perché era stato ritenuto responsabile di una violenza sessuale avvenuta durante le feste dello scorso Natale a Francoforte.

Sono in corso indagini per scoprire se il pakistano abbia partecipato anche alle violenze sessuali di massa, avvenute lo scorso Capodanno a Colonia.

 

L’altro giorno, il furbetto stupratore si è presentato al centro di prima assistenza davanti alla stazione di Ventimiglia e ha messo in scena una commedia già vista altre volte. Ha dichiarato di essere privo di documenti e fornito un falso nome. Poi ha affermato di essere un perseguitato politico e di volere chiedere asilo in Italia. Gli investigatori italiani, coordinati dal dirigente Salvatore Aricò, non ci sono cascati e hanno scoperto che la verità era un’altra. Il  tutto confermato anche dalla comparazione delle impronte digitali.

E’ stato messo in gattabuia e rispedito in Germania, dove non sarà lasciato libero di girare per le strade.

 

LASCIA UN COMMENTO