Chi è onesto e si ribella vince: Doria costretto a riaprire il Mercato del pesce

43
CONDIVIDI
Il blocco e la protesta dei giorni scorsi contro la decisione di Doria di chiudere lo storico Mercato del pesce a Cavour
Il blocco e la protesta di stamane contro Doria a Cavour
Il blocco e la protesta di stamane contro Doria in piazza Cavour (foto del nostro lettore Claudio Garau)

GENOVA. 20 GIU. Domani si torna al lavoro perché Doria ha fatto dietrofront. E’ quello che loro volevano.

Chi è onesto, nel giusto e si ribella, vince sempre.

Dopo il blocco di stamane in piazza Cavour e il corteo di protesta fino a Palazzo Tursi, i 300 lavoratori ed operatori dello storico Mercato del pesce hanno ottenuto, sia pure parzialmente, la riapertura dell’edificio chiuso l’altro giorno, con una repentina decisione, dal sindaco Marco Doria.

 

L’annuncio è stato dato oggi dalla delegazione dei lavoratori, che è stata ricevuta da Doria nel suo ufficio di via Garibaldi. In sostanza, il mercato ittico di piazza Cavour può riaprire con alcune restrizioni: orari ridotti, alcuni spazi off limits e divieto di accesso al pubblico.

Ora si è in attesa della decisione di Tursi sullo spostamento della struttura, che dovrebbe avvenire nel giro di tre settimane. Il Comune pensa a Ca’ de Pitta. La Regione ha invece suggerito le aree della Fiera di Genova.

Nella storica sede vicino al Porto Antico lavora una dozzina di grossisti. Il mercato ittico fattura circa 100 milioni di euro l’anno ed occupa duecento persone, oltre alle altre centinaia dell’indotto. Senza un’alternativa contestuale all’emissione dell’ordinanza di chiusura, molti posti di lavoro erano a rischio.

mercato pesce cavour

mercato pesce cavour

mercato pesce cavour

 

43 COMMENTI

  1. Sto qui si permette di chiudere un mercato ittico storico lasciando a casa altre 300 persone dall’oggi al domani, e in 24 ore lo ha riaperto…. parzialmente…. non merita manco di esser preso a pesci in faccia, i pesci non se lo meritano. Sei proprio ridicolo.

    • i pesci costano ,i calci in culo no. …ma cosa pretendiamo da un sindaco come doria , tante promesse prima delle elezioni ,e dopo essere nominato sindaco con i nostri voti fa una maialata del genere . cerca di dimetterti e vai in albaro assieme ai tuoi simili capitalisti , tu non sarai mai un uomo del popolo genovese.

  2. Bisogna imporsi affinché il mercato rimanga li nella sede storica si ripristina l’edificio e si lascia ai pescatori genovesi se doria vuole onstallate i vu compra sara guerra aspra

  3. Che pensino a levare il cantiere che c’è in corso europa che è fermo da due mesi brutte facce di merda non a chiudere il mercato del pesce . Ma perché in comune abbiamo delle merde così

  4. Abbiamo queste merde perché in tanti li votati! Non dimenticatevelo e alle prossime elezioni abbiate tutti il coraggio di Roma e Torino che anche in Liguria con le collusioni mafiose siamo ad alti livelli!

LASCIA UN COMMENTO