CEP. EDUCAZIONE STRADALE PER BAMBINI

0
CONDIVIDI
CEP: educazione stradale

CEP: educazione stradale GENOVA. 01. GIU. Prendete uno spazio pubblico, simile ad un parcheggio ma spesso desolatamente vuoto, metteteci un po’ di segnaletica orizzontale (passaggi pedonali, corsie delimitate da righe continue ecc), aggiungete, quanto basta, un po’ di segnaletica verticale (cartelli di divieto di transito, segnali di pericolo ecc) ed infine condite il tutto con qualche automobilina elettrica ed una quarantina di bambini di 4^ e 5^ elementare pronti a vivere, da protagonisti, un paio d’ore di “guida assistita” : avrete, pronta per l’uso, una ricetta di sicuro successo !
E’ quello che hanno pensato gli “chef” di Autoscuola Macciò e Circolo Pianacci che, ottenute le autorizzazioni necessarie, hanno realizzato in tempi strettissimi in via Martiri del Turchino, in corrispondenza dell’area parcheggio attigua la Biblioteca “Firpo”, uno spazio permanente destinato all’Educazione Stradale per i più piccini.

Lo spazio sarà inaugurato venerdì 5 giugno, alle ore 14, con il coinvolgimento di due classi di 4^ e 5^ elementare dell’Istituto Comprensivo Voltri 2 : per un paio d’ore i tecnici ed i piccoli automezzi dell’Autoscuola Macciò saranno a loro disposizione per un percorso divertente di approfondimento della segnaletica stradale, che continuerà dopo le 16.30 con la partecipazione “libera” riservata ai bambini del quartiere.

A partire dal prossimo anno scolastico gli istituti del territorio potranno concordare e prenotare, tramite il Circolo Pianacci, nuovi appuntamenti educativi con l’assistenza, gratuita, di personale e mezzi forniti dall’Autoscuola Macciò.

 

“Già nel maggio 2012, sempre con l’Autoscuola Macciò, avevamo sperimentato un’iniziativa analoga presso l’Area Pianacci” commenta il presidente Besana “fu uno spot occasionale coronato da un grande successo di partecipazione e gradimento. Quando l’Autoscuola Macciò ci ha proposto di rendere permanente questa possibilità, in uno spazio dedicato ubicato vicino alla nostra struttura, non potevamo che aderire con entusiasmo. E vorrei sottolineare che il nostro contributo è unicamente quello di fungere da raccordo per la buona riuscita del progetto che, sotto l’aspetto economico, è stato totalmente coperto dall’Autoscuola Macciò.”

 
 
 
 

 

LASCIA UN COMMENTO