Cento anni fa nasceva Moro, ucciso dalle Brigate Rosse: il ricordo

0
CONDIVIDI
Aldo Moro, lo statista dc ucciso dai "compagni che sbagliano"

GENOVA. 23 SET. Oggi, 23 settembre 2016, è il centenario della nascita di Aldo Moro. Due volte Presidente del Consiglio, segretario politico e Presidente del consiglio nazionale della Democrazia Cristiana. Il 16 marzo del 1978, venne rapito da un commando delle Brigate Rosse. Fu assassinato dai “compagni che sbagliano” il 9 maggio del 1978.

In Liguria, Aldo Moro è stato ricordato un po’ ovunque. Ecco la testimonianza del capogruppo regionale di Forza Italia Angelo Vaccarezza.

“Domenica 18 Settembre – ha detto Vaccarezza – ho partecipato all’intitolazione di una piazza dedicata a Moro, nel comune di Cairo Montenotte. È stata una mattina intrisa di ricordi: sono tornato indietro all’atmosfera di quegli anni difficili. Ho rivissuto il dolore dietro alla crudeltà di quelle mani armate. Mani che hanno ucciso i cinque uomini della scorta di Moro per rapirlo, ma che hanno sparato dopo una manciata di giorni per ammazzare.

 

Doveroso il ricordo di Aldo Moro nel giorno del centenario della sua nascita, come lo è ricordare i nomi di quegli agenti, ragazzi in divisa che hanno dato la vita per lo Stato: Oreste Leonardi e Domenico Ricci, carabinieri. Francesco Zizzi, Giulio Rivera e Raffaele Iozzino, agenti di pubblica sicurezza”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO