Home Politica Politica Genova

Cassimatis: strada a mare Cornigliano inutile, grandi opere abbuffate dei partiti

104
CONDIVIDI
Cornigliano, nuova strada a mare

GENOVA. 6 MAG. “Sopraelevata fantasma, la sopraelevata del porto. E’ il simbolo del malgoverno portato avanti da decenni di connivenza tra partiti di diversa bandiera, tutti uniti nello spremere soldi pubblici a vantaggio di pochi. Le grandi opere sono un mantra a beneficio di pochi interessi e non certo della cittadinanza genovese, che subisce passiva da anni”.

Lo ha dichiarato sul suo blog la candidata sindaca di Genova Marika Cassimatis (ex M5S).

“Tra la Lanterna e i capannoni dell’ILVA a Cornigliano – ha aggiunto Cassimatis – esiste infatti la sopraelevata del porto, costruita negli anni Sessanta in  contemporanea a quella che dalla Foce si ferma a San Benigno, che scorre entro il recinto dell’Autorità Portuale ed è oggi usata come parcheggio TIR.


 
Senza considerare il fatto che gli autisti dei mezzi a guardia del loro veicolo vengono abbandonati in sosta in un luogo dove non ci sono servizi igienici, punti di ristoro, rubinetti con acqua potabile, lo spreco di risorse intese non solo come denaro ma anche come tempi e servizi alla cittadinanza, fa stridere i denti.

Una strada perfettamente funzionante che dal 1965 poteva già collegare rapidamente San Benigno a Cornigliano, liberando dal traffico pesante tutto il centro abitato.

Questa infrastruttura rende completamente inutile la Strada a Mare appena realizzata e ancora incompiuta, per la quale sono stati stanziati 152 milioni di euro. Un’opera inutile, ribadiamo, perché a pochi metri di distanza esiste una struttura parallela che, con modesti interventi di ristrutturazione, poteva sostenere le stesse funzioni. Con circa 50 anni di anticipo e con grande risparmio di risorse.

Ecco perché siamo contro le grandi opere, con 152 milioni di euro a disposizione, quante scuole avremmo potuto mettere in sicurezza? Quanti marciapiedi e opere per il decoro urbano si sarebbero realizzati? Quanti gabinetti pubblici e diurni per servire la città del turismo? Quale sostegno alle fasce più deboli? Quali Incentivi a giovani e disoccupati per risollevarsi dalla crisi economica? Quanti impianti sportivi? Quanti chilometri di piste ciclabili?

Genova ha potenzialità enormi. Ci vuole una rivoluzione delle idee e la libertà politica per poterle realizzare. La Lista Cassimatis, non fosse altro per il percorso delle ultime settimane, offre questa garanzia”.

104 COMMENTI

  1. E questa si candida a fare il sindaco? Non solo evidentemente non ha mai usato questa strada, ma non conosce nemmeno la città, visto che il troncone di sopraelevata che cita finisce più o meno all’altezza di dove comincia la strada nuova. Peccato che un movimento nuovo, che potenzialmente avrebbe potuto portare una ventata di aria fresca in questo paese, non perda occasione di sparare fango dappertutto: l’effetto, anche olfattivo, è peggiore

  2. Come abitante di Cornigliano e nativa vorrei sapere dalla candidata sindaco se ha mai attraversato via Cornigliano in macchina o a piedi prima della strada a mare ….noi Corniglianesi aspettiamo il completamento di collegamento con l,autostrada per migliorare la viabilità….il rifacimento di via CORNIGLIANO E IL COLLEGAMENTO DI SPONDA DEL POLCEVERA LAVORI GIÀ PROGRAMMATI ….NOI CORNIGLIANESI ABBIAMO GIA DATO MOLTO E ADESSO PRETENDIAMO DI RIQUALIFICARE LA NOSTRA DELEGAZIONE E AVERE LA PRIORITÀ SUI LAVORI VISTO CHE I SOLDI CI SONO CANDIDATI SINDACI VENITE A CONFRONTARSI E DIRE COSA FARESTE PER CORNIGLIANO NON PROMESSE QUELLE NON LE VOLIAMO MA FATTI

  3. La strada a mare è una delle pochissime cose ben fatte a Genova, trovo impossibile non capirlo, dato il beneficio che da sia al quartiere avendo liberato dal traffico le strade tra le case sia a chi il quartiere lo attraversa. E trovo pretenzioso il solito benaltrismo “si poteva fare ben altro, si poteva usare un’altra strada, si poteva fare un altro lavoro”. Solito metodo efficacissimo per non fare nulla. Se mai la cosa assurda è non aver replicato a Prà l’esperienza positiva della strada a mare, nella sede dell’ex ferrovia, invece di mettere rotonde e semafori come piovesse.

  4. Mi auguro che abbia prima letto le relazioni progettuali per fare queste affermazioni.
    La sopraelevata portuale è utilizzata poco e male, ma è anche costruita come quella più famosa e non può reggere certi traffici. E poi mi risulta sia a due corsie. Inoltre sarebbe stata non a margine come ora ma in mezzo ad un area di altri soggetti che sarebbe stata da espropriare. . Altro che minimi interventi…

  5. Ma da dove arriva sta qui!! È di genova?? Ha mai provatolo prima che fosse aperta la strada a mare a passare da cornigliano tra le 7,30 e le 9,00 . Basta politici che sparano cazzate a caso solo per prendere voti, questa strada necessaria lo sarà ancora di più appena saranno pronti i collegamenti con autostrada e San benigno

  6. Vorrei sapere il coglione che dice che è inutile si taglia tutta. Il cornigliano risparmiandosi 5 semafori e code infinite nelle ore di punta ,anzi ce ne vorrebbe un altro pezzo sono a voltri

  7. evidentemente la signora non ha mai fatto uso della strada, perchè invece si renderebbe conto di come ha elimininato le lunghe code su via Cornigliano da ambo le parti, evitando anche agli automobilisti di pagare il pedaggio autostradale per andare da genova a sestri ponente in poco tempo.

  8. Penso che la strada a mare ,sia una delle cose più positive fatte negli ultimi anni. Ha liberato Cornigliano dal transito di migliaia di auto giornalmente. Chi dice che non serve non sa di cosa parla.

  9. Ma la signora Marika Cassimatis ha mai fatto la cosa uscendo dal casello autostradale dell’aeroporto direzione levante?
    Ha mai fatto la coda tra via Siffredi e Cornigliano?
    Non credo proprio.
    Quindi prima di dire cavolate….si informi meglio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here