Caso Salvagno: colpito da un razzo, risarcimento stenta ad arrivare

0
CONDIVIDI
Il caso di Sergio Salvagno era finito anche in Tv a "la vita in diretta" della Rai
Il caso di Sergio Salvagno era finito anche in Tv a "la vita in diretta" della Rai
Il caso di Sergio Salvagno era finito anche in Tv a “la vita in diretta” della Rai

IMPERIA. 31 LUG. Calvario Sergio Salvagno. Il caso era finito anche in Tv alla trasmissione Rai “la vita in diretta”. Ora, alcuni amici dell’agronomo imperiese 50enne lanciano un appello perché nonostante la condanna, l’importo del risarcimento danni alle parti civili non sarebbe ancora arrivato.

L’armatore William McInnes, colpevole di aver lanciato dalla sua barca un razzo durante l’edizione 2014 delle Vele d’epoca, colpendo Salvagno al volto, nel marzo scorso era stato condannato a un anno e due mesi di reclusione con rito abbreviato.

La pena era stata sospesa. L’importo complessivo della provvisionale per il risarcimento danni alle parti civili, da spalmare su 9 mesi, era stato stabilito in 400mila euro.

 

La sentenza aveva stabilito la non volontarietà di McInnes che, come sostenuto dal primo momento dalla difesa, non aveva l’intenzione di colpire qualcuno, segnatamente Salvagno.

I soldi del risarcimento danni servono alla famiglia, più che altro per garantire le cure mediche alla vittima.

“La famiglia di Sergio Salvagno – ha spiegato oggi l’amico Luca Ghiglione – chiede semplicemente di essere tutelata e rassicurata di ricevere le giuste e dovute cure per il congiunto nonché un futuro sereno per la figlia. Adesso Sergio è ricoverato nella casa di riposo Le Grange, ma le spese da affrontare sono davvero elevate perché necessita di continua e sistematica assistenza anche da professionisti esterni. La “banalissima” domanda è questa: quali garanzie ci sono? Mi viene da rispondere: nessuna. Certo, la prova l’avremo tra pochi mesi, ma oggi temiamo che non ci sarà nessun rimborso. Eppure tra spese legali e spese mediche, la famiglia ha già sborsato migliaia di euro. Come al solito l’Italia farà la figura della calabraghe”.

 

LASCIA UN COMMENTO