Caso Bruzzone e moglie del pm, il M5S: presidente riferisca in aula

0
CONDIVIDI
Il presidente del consiglio regionale Francesco Bruzzone (Lega)
Il presidente del consiglio regionale Francesco Bruzzone (Lega)
Il presidente del consiglio regionale Francesco Bruzzone (Lega)

GENOVA. 28 MAG. Sul caso scoppiato come una bomba ad orologeria a soli sette giorni dalle elezioni e che ha coinvolto il presidente del consiglio regionale Francesco Bruzzone (Lega) e la dirigente regionale Afra Serini, moglie del pm genovese Alberto Lari, oggi è intervenuto pure il M5S.

“L’accusa mossa nei confronti di Bruzzone – ha spiegato il M5S Liguria – è gravissima, soprattutto alla luce del suo incarico istituzionale, che a quanto emerge dalle prime ricostruzioni sarebbe stato utilizzato a scopi personali, prima ancora che politici.

Al di là delle responsabilità penali, che tocca ai magistrati valutare e che, in caso di condanna, determineranno le sue dimissioni, esiste una questione tutta politica che va chiarita immediatamente di fronte ai cittadini liguri.

 

Il presidente del consiglio regionale chiarisca quanto prima in Aula per allontanare ogni ombra sulla sua condotta e provare a recuperare un minimo di credibilità”.

LASCIA UN COMMENTO