Home Cronaca Cronaca Mondo

CASO ASSANGE. LONDRA MINACCIA DI ASSALTARE L’AMBASCIATA DELL’ECUADOR A LONDRA. IN MATTINATA TAFFERUGLI

1
CONDIVIDI

QUITO. 16 AGO. E’ scontro diplomatico tra Ecuador e Gran Bretagna riguardo il caso Julian Assange. La Gran Bretagna, ha minacciato di prendere d’assalto l’ambasciata di Quito a Londra, dove è rifugiato il fondatore di Wikileks, Julian Assange.

L’Ecuador, dal canto suo, ha annunciato che entro qualche ora farà sapere se darà l’asilo politico richiesto da Assange.

Proprio in una conferenza stampa a Quito, il ministro degli Esteri Ricardo Patino ha rinviato a oggi, alle 7 ora locale, le 13 in Italia, l’annuncio da parte del presidente Rafael Correa sull’eventuale via libera all’asilo politico.


Proprio la Gran Bretagna, senza mezzi termini, ha dichiarato che “Se l’Ecuador concederà a Julian Assange l’asilo politico la Gran Bretagna ha il dovere legale di estradare il capo di Wikileaks in Svezia”.

Il ministro degli esteri dell’Ecuador riferisce che la stessa Gran Bretagna ha minacciato sia a voce, sia in forma scritta che “la nostra ambasciata a Londra possa essere presa d’assalto, nel caso in cui Assange non venga consegnato”. “In ogni caso – ha proseguito Patino – l’ingresso non autorizzato di qualsiasi autorità britannica nell’ambasciata verrà considerata una violazione del diritto internazionale e delle norme Onu, definendo tale minaccia un fatto improprio per un paese democratico, civile e rispettoso del diritto e ricordando che l’Ecuador non è una colonia britannica del Regno Unito e che il suo paese è pronto a convocare riunioni d’urgenza dell’ Unasur (i 12 paesi del Sudamerica) e dell’Organizzazione degli stati americani (Osa).

Intanto fonti attendibili riferisce che la polizia britannica presidia tutti gli ingressi e le uscite dell’ambasciata dell’Ecuador a Knightsbridge in attesa della decisione di Quito sull’asilo politico di Julian Adssange. Sembra che in tarda mattina ci siano stati momenti di tensione e qualche scontro tra un gruppo di sostenitori di Assange e le forze dell’ordine.

Le attività displomatiche dei due paesi sono al lavoro, certo è che se la Gran Bretagna attuerà quello che ha prospettato, si tratta di un vero e proprio accanimento che fa pensare più che ad un attacco nei confronti di Assange, ad un attacco nei confronti di Wikileaks.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here