Home Cronaca Cronaca Genova

Casa Domani, casa-famiglia per disabili cerca volontari

0
CONDIVIDI

GENOVA 20 SET. Molte realtà sociali vivono sul lavoro volontario delle persone. Esse attingono forze e capacità dal capitale umano che presta la sua opera gratuitamente, con costanza e pazienza.

Una di queste realtà a Genova è Casadomani, una casa-famiglia per disabili fisici, sita in via Gropallo 6/1.

Fondata nel 1988 per volere di un gruppo di persone che volevano aiutare una loro amica disabile, col tempo è stata costituita una associazione e inoltre si è ingrandita, cambiata, migliorata, ma lo spirito di fondo e la sua filosofia sono rimasti gli stessi: aiutare alcuni disabili fisici a vivere in un ambiente confortevole, creando un clima famigliare e fornendo l’assistenza necessaria solo attraverso i volontari. La casa famiglia non percepisce introiti esterni, ad eccezione di un contributo del Comune e si autofinanzia con iniziative benefiche quali burrachi, lotterie, Mercatino di S.Nicola o donazioni.


Negli anni si sono succeduti i disabili, i volontari e la sede della casa è cambiata, che prima era situata in piazza Manin. L’organizzazione della struttura è basata tutta sul volontariato, che viene coordinato durante tutto l’arco della giornata, con turni di circa tre ore e mezza, a parte la notte che deve essere coperta dalle 21:30 alle 7:30 del mattino. Le mansioni dei volontari possono essere le più svariate a seconda del turno che si è prescelto. Si va dall’igiene personale al riordino della casa, dal cucinare allo stirare.

Casadomani è abitata da cinque disabili che hanno bisogno di assistenza continua e per questo è necessario un flusso ininterrotto di persone che prestino la loro opera gratuitamente.

Però ultimamente questo flusso si è affievolito sensibilmente, provocando non pochi problemi ma i maggiori si riscontrano nei turni del mattino, della notte e nei week end. Finora il “reclutamento” avveniva tramite il passaparola tra gli amici, i colleghi di lavoro, gli studenti liceali e universitari, i boy-scouts, le associazioni religiose e le parrocchie. Ma ora questo sistema sembra non funzionare più, qualcosa si è inceppato e non si sa bene in cosa.

Al di là di tutte le ragioni che possono essere, rimane il fatto che questa casa famiglia ha bisogno di braccia e menti per queste cinque persone diversamente abili.

Quindi chi fosse interessato a questa bella realtà vada a vedere Casadomani, o telefoni allo 0108592577 oppure 0108592639.

I responsabili si rifiutiano di credere che l’insensibilità abbia preso il sopravvento e la solidarietà sia morta. Credono ancora che ci siano persone dotate di grande umanità e saggezza che non lasceranno andare in rovina la casa-famiglia che per prima si è preoccupata di assistere dei disabili al di fuori degli istituti. Lasciamo che continui la sua opera lodevole. Che continui ad esistere.

Info e contatti, Casa Domani, Via Gropallo 6/1, Genova, tel. 0108598577, web,https://casadomani.wordpress.com, Facebook https://www.facebook.com/profile.php?id=100001720280770&fref=ts

Marcello Di Meglio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here