Caruggi, affidamento ai cittadini immobili confiscati a mafia

0
CONDIVIDI
Alcuni investigatori della Dia: resta chiusa carrozzeria di Arenzano in odore di 'ndrangheta

GENOVA. 13 SET. Il rilancio del centro storico genovese partirà anche dal recupero e dall’affidamento a cittadini e associazioni del più grande patrimonio immobiliare confiscato alla famiglia mafiosa Canfarotta – Lo Re.

L’intenzione di avviare il progetto è stata illustrata stamane in Prefettura durante la riunione con Fiamma Spena e i responsabili del Nucleo di supporto dell’agenzia nazionale beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata.

Si tratta del più grosso patrimonio immobiliare sottratto alle mani della mafia a Genova.

 

Infatti, tra appartamenti e fondi, il numero complessivo delle unità immobiliare è 115, per un valore stimato di 4 milioni di euro.

Tuttavia, tra gli immobili confiscati, figurano anche moltissime abitazioni da ristrutturare, con grosse carenze sanitarie. Il Comune di Genova aveva già manifestato l’intenzione di acquisirne 46, tra il Sestiere della Maddalena e piazza delle Erbe.

 

LASCIA UN COMMENTO