Carlo Fidanza nominato da Toti nuovo commissario di In Liguria

0
CONDIVIDI
La giunta Toti oggi ha nominato nuovo commissario straordinario dell'agenzia In Liguria Carlo Fidanza
La giunta Toti oggi ha nominato nuovo commissario straordinario dell'agenzia In Liguria Carlo Fidanza
La giunta Toti oggi ha nominato nuovo commissario straordinario dell’agenzia In Liguria Carlo Fidanza

GENOVA. 26 FEB. Come anticipato ieri, è Carlo Fidanza il nuovo commissario straordinario di In Liguria. Lo ha nominato oggi la giunta regionale, su proposta dell’assessore al turismo Gianni Berrino, nell’ottica di una riorganizzazione dell’intero settore del turismo, che dal 2015 al 2016 ha fatto registrare un incremento di presenze del 9%.

Carlo Fidanza è stato eurodeputato del collegio Nord-Ovest di cui fa parte la Liguria, impegnato da anni nelle tematiche del turismo e in prima linea nella battaglia contro la direttiva Bolkenstein, è stato scelto in sostituzione del direttore generale della stessa agenzia, Enisio Franzosi, andato in pensione. La nuova nomina non comporterà alcun aumento di organico per l’ente.

“La scelta di Fidanza, in completo accordo con l’assessore al turismo Gianni Berrino – ha dichiarato il governatore Toti – è il primo passo di quel percorso che porterà, entro alcune settimane, alla presentazione di un disegno organico di legge per la nascita dell’Agenzia regionale del turismo, volta a semplificare tutte le funzioni regionali di un comparto strategico per lo sviluppo e ottimizzare l’utilizzo delle risorse per un suo rilancio”.

 

Berrino e Fidanza costituiranno un gruppo di lavoro che studierà capillarmente le tematiche del turismo in Liguria e da questa analisi approfondita emergeranno le linee guida della ristrutturazione.

“La nascita dell’Agenzia del turismo – ha aggiunto Toti – fa parte di quella politica di semplificazione e snellimento che la nuova amministrazione vuol porre in essere con la creazione di altrettante agenzie regionali: quella di Protezione civile, della Formazione e lavoro e dei Trasporti. Il nostro obiettivo è razionalizzare compiti e funzioni, troppo spesso sparpagliati e indecifrabili e garantire a tutti i cittadini e gli operatori dei vari settori un interlocutore, unico, affidabile, concreto e facilmente reperibile”.

 

LASCIA UN COMMENTO