Home Economia Economia Genova

Carige, cede Npe ed incorpora Banca Ponti

1
CONDIVIDI
Carige, cede Npe ed incorpora Banca Ponti

GENOVA. 12 LUG. Il CdA di Banca Carige, in attuazione della strategia di gestione degli NPE (Non Performing Exposures, quali crediti in sofferenza e inadempienze probabili), deliberata lo scorso 3 luglio, ha avviato il processo di identificazione di un secondo portafoglio di sofferenze da inserire in virtual data room entro il mese di luglio per un ulteriore deconsolidamento di esposizioni creditizie per circa euro 1,2 miliardi di valore lordo complessivo entro il 2017.

Banca Carige ha poi deliberato la fusione per incorporazione di Banca Cesare Ponti, da attuarsi entro la fine dell’anno.

“La semplificazione organizzativa e le sinergie con la rete che ne derivano – spiega carige in una nota – consentiranno di sviluppare il segmento Private valorizzando nel contempo lo storico marchio Banca Cesare Ponti, riducendone le strutture dei costi amministrativi.”


Il Consiglio, su proposta del Comitato Nomine, ha cooptato quale Consigliere di Amministrazione della Banca ai sensi dell’art. 2386 del Codice Civile Luisa Marina Pasotti, confermando il complessivo standing qualitativo dell’Organo amministrativo.

Il Consiglio ha altresì verificato il possesso dei requisiti normativamente previsti per la carica in capo all’Amministratore Delegato Paolo Fiorentino e ai Consiglieri Francesca Balzani, Stefano Lunardi e Ilaria Queirolo, cooptati nella seduta dello scorso 21 giugno, verificando in particolare in capo a questi tre ultimi il requisito di indipendenza ai sensi dello Statuto.

Alla luce della nuova composizione del Consiglio, su proposta del Comitato Nomine, è stata ridefinita la composizione dei Comitati endoconsiliari, nominando Francesca Balzani quale Membro del Comitato Rischi, in sostituzione di Giuseppe Pericu, nonché Luisa Marina Pasotti e Ilaria Queirolo quali Membri del Comitato Remunerazione, in sostituzione di Giuseppe Pericu e Massimo Pezzolo.

Il Consiglio ha, inoltre, deliberato la nomina a General Counsel del Gruppo Carige di Paola Maria Di Leonardo, proseguendo nel percorso di rafforzamento della prima linea manageriale.

Amissima, dopo il ricorso rigettato dal Tribunale di Genova, per inibire al voto dell’Assemblea Malacalza Investimenti S.r.l. e Fondazione Carige, ha ora impugnato, richiedendone l’annullamento, la delibera assunta dall’Assemblea in merito all’autorizzazione all’esercizio dell’azione di responsabilità nei confronti degli ex Amministratori Cesare Castelbarco Albani e Piero Luigi Montani.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here