Home Cronaca Cronaca Genova

Caricamento, cacciato fruttivendolo abusivo. Garassino: siamo solo agli inizi

18
CONDIVIDI
Polizia municipale in piazza Caricamento (foto di repertorio)

GENOVA. 10 LUG. Normalità. Giunta Bucci subito operativa, soprattutto nei caruggi a difesa della legalità e nel rispetto delle istanze avanzate più volte da residenti e commercianti: “Macché sceriffi o ronde. Basta sminuire il ruolo degli agenti di polizia municipale, che in realtà non fanno altro che seguire la Legge e le direttive impartite dall’amministrazione comunale. Il nuovo servizio per la vivibilità e il decoro del centro storico genovese è già partito e non è che ci volesse molto per renderlo operativo”.

L’assessore alla Sicurezza e Legalità, con delega al Centro Storico, Stefano Garassino (Lega), oggi ha replicato così ai pressapochismi di alcuni che hanno criticato le nuove disposizioni in materia di legalità e la creazione di un nuovo servizio di controllo nei vicoli e nelle aree turistiche della città.

L’attività, dopo anni di inerzia, si è iniziata questa mattina ed è stata personalmente seguita dall’assessore Garassino che per un paio d’ore ha girato per i caruggi con i cantunè: “Sono stato fermato da decine di residenti e commercianti che hanno ringraziato me e gli agenti della polizia municipale per l’iniziativa, che finalmente ha dato il via al nuovo progetto di legalità auspicato da tutti i genovesi. Gli spacciatori che all’aperto e senza nascondersi da anni fanno il loro turpe lavoro, improvvisamente sono spariti. Abbiamo cominciato a dare fastidio a un’istituzione dell’illegalità nei vicoli, il pre-servizio del fine settimana ha portato a una prima scomparsa dei commercianti abusivi per strada”.


La pattuglia dei cantuné ha svolto una serie di controlli, effettuando lo sgombero immediato del venditore abusivo di frutta che abitualmente si sistema con il suo camion nei pressi di Palazzo San Giorgio. La merce è stata sequestrata e uno degli abusivi stranieri è stato portato in questura, tra i consensi di residenti e commercianti.

Inoltre, nella prima giornata di controlli le tre pattuglie per turno della polizia municipale hanno identificato e allontanato i clochard che bivaccano sui gradoni di piazza Banchi e della Commenda di Prè, verificato i documenti ai migranti che svolgono attività di accattonaggio davanti ai supermercati ed a tre cosiddetti artisti di strada in via San Lorenzo.

“Piano, piano – ha aggiunto l’assessore Garassino – toccherà a tutti gli altri abusivi. Siamo appena agli inizi. Le operazioni di controllo e prevenzione, nei casi più difficili, saranno supportate dalle altre forze dell’ordine. Ora basta con la politica lassista e rassegnato permissivismo della sinistra e dei vari buonisti. Cambiare si può. Anzi, per me stare dalla parte dei cittadini è un dovere”.

 

 

 

18 COMMENTI

  1. Giusto allontanare gli abusivi ma sarebbe anche giusto bloccare il rilascio di concessioni su Area pubblica ai vari consorzi di ambulanti ai quali viene rilasciata senza un bando pubblico come invece prevede la legge regionale

  2. Bisogna pur iniziare a ripulire la città. Ripristino delle regole con tolleranza zero per un futuro migliore per tutti. Non può continuare a passare il messaggio che gli italiani siano “prigionieri ” dei loschi interessi di qualcuno. Legalità sicurezza rispetto pulizia ….per questi motivi pago le tasse…..

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here