Carcare, bilancio in ritardo, arriva la diffida dalla Prefettura

0
CONDIVIDI
Il municipio di Carcare
Il municipio di Carcare
Il municipio di Carcare

SAVONA. 20 AGO. Entro il 30 luglio i Comuni devono approvare la previsione di bilancio, pena l’intervento della Prefettura. A Carcare, il ritardo, ha portato ad una diffida e un duro intervento del gruppo consigliare Carcare Bene Comune.

“Non avendo approvato il bilancio di previsione entro fine luglio come previsto dalla legge, il Comune di Carcare ha ricevuto una diffida dalla Prefettura ad approvare il documento entro il 1° settembre prossimo. Guarda caso nello stesso giorno della diffida partiva anche la convocazione per il Consiglio Comunale di approvazione del bilancio – commentano i consiglieri comunali del Gruppo “Carcare Bene Comune” Paolo Piacenza, Stefania Berretta e Daniela Lagasio – Eppure si sarebbe potuto evitare. Se solo il Sindaco Bologna e la sua Giunta ci ascoltassero, qualche volta. Nell’ultimo consiglio comunale di fine luglio, avevamo stigmatizzato, anche in una dichiarazione ufficiale scritta allegata ai verbali, il comportamento della Giunta che chiamava i Consiglieri Comunali ad approvare le tariffe e le esenzioni Irpef senza conoscere in base a quale bilancio fossero calcolate e avevamo richiamato la Giunta al rispetto della scadenza fissata dalla legge per il 30 luglio, sottolineando che in caso contrario la legge prevedeva l’intervento della Prefettura. Appelli del tutto inascoltati e che anzi in Consiglio Comunale hanno suscitato le proteste del Sindaco e della Giunta – concludono i Consiglieri – E questo è il risultato, un richiamo ufficiale che evidenzia ancora una volta l’incapacità di questa Giunta di programmare l’attività a dispetto del bene dei cittadini carcaresi.”

LASCIA UN COMMENTO