Home Cronaca Cronaca Italia

Capotreno donna assalita ed aggredita sessualmente da migranti nigeriani

61
CONDIVIDI
Violenza sessuale (foto d'archivio)

SASSARI. 15 LUG. Violenza sui treni. Prima l’aggressione fisica, poi quella sessuale. Una capotreno donna oggi è stata assalita da un gruppo di nigeriani sul treno partito dalla Stazione marittima di Porto Torres, con destinazione Sassari. La vittima è stata costretta a rivolgersi ai medici del pronto soccorso. Ora è ricoverata sotto osservazione, in stato di forte choc.

La Polfer ha identificato i responsabili e sono in corso i dovuti accertamenti per il fermo giudiziario.

Il gravissimo fatto è stato denunciato anche dai rappresentanti sindacali della Fit Cisl: “Ormai registriamo almeno un episodio di violenza al giorno”.


L’inquietante episodio è successo stamane sul treno in partenza dalla stazione marittima con destinazione Sassari, durante un controllo biglietti, ma poteva accadere ovunque. Solo alcuni giorni fa, anche in Regione Liguria la maggioranza di centrodestra ha chiesto più presidi della Polfer e, in precedenza, l’utilizzo dei militari di Strade Sicure (che hanno la qualifica di agente di polizia giudiziaria) per pattugliare stazioni ferroviarie e convogli insieme alle altre forze dell’ordine.

La capotreno donna stava svolgendo il normale servizio di controllo dei biglietti. Quando ha chiesto i ticket di viaggio al gruppo di africani, loro ne erano sprovvisti. A questo punto, i migranti l’hanno circondata, aggredita fisicamente e palpeggiata nelle parti intime.

“Non si può continuare così, con i lavoratori dei trasporti in balia dei violenti – ha dichiarato Antonio Piras, segretario generale di categoria – le lavoratrici e i lavoratori non possono essere lasciati soli. Chiediamo a Protezione aziendale di Trenitalia un incontro urgente per valutare ulteriori azioni e iniziative da mettere in campo per meglio tutelare l’incolumità fisica del personale di front-line”.

L’emergenza sicurezza sui treni è stata denunciata anche dal segretario Fit Cisl Sardegna, Valerio Zoccheddu, e dalla responsabile del Coordinamento donne Fit Cisl, Claudia Camedda: “Ogni giorno siamo vittime di aggressioni verbali o, peggio, fisiche”.

 

61 COMMENTI

    • E’ un’immagine d’archivio, come riportato nel sottotitolo della foto, che rappresenta una violenza a una donna. Pertanto, è pertinente. Cosa pretende, che ci sia un fotoreporter su ogni treno od ospedale d’Italia, 24 ore su 24 e 365 giorni all’anno pronto a scattare fotografie!?

    • Certo che riuscire a mugugnare per una foto, anziché commentare il contenuto di una notizia così terribile e choccante fa pensare. E molto. Inoltre, credo che non ci sia nulla da ridere, né da fare inutile ironia.

    • Scusate ma un capo treno che sia Donna ho Uomo, dovrebbe essere tutelato,da qualsiasi personaggio Ricordatevi che i Signori Capotreno Lavorano, detto tutto ……….,,,,,,,,,,,,,,,,,

  1. Visto che l’Italia la si sta riempiendo di Gentleman e Fautore del Galateo.E’ impensabile e moralmente inaccettabile che una Donna che sta svolgendo le sue mansioni lavorative, sia oggetto di “attenzioni” non gradite da parte di Criminali e Delinquenti.Magari in supporto alle Capotreno,ci manderei i Parà della Folgore o a piacere gli Incursori della Marina,i San Marco,la scelta è vasta.Sono sicuro che dopo qualche giorno di cura,o ritornano in Nigeria o possono ambire al ruolo di Chierichetto………!!!!!!!!!!!!!

    • Purtroppo si verificherebbero caso in cui riescono a sottrarre l’arma e ad usarla con conseguenze inimmaginabili come accaduto pochi mesi fa in francia all’aeroporto di non ricordo quale città, quando un terrorista tolse il fucile ad una poliziotta e le stava sparando, salva per miracolo grazie all’intervento degli altri… in casi come questo la capotreno sarebbe sola, e ci potremmo ritrovare tipi come questi armati su un treno…da brivido…casomai ci vorrebbero un paio di poliziotti armati a scortare i controllori, allora sarebbe più fattibile

  2. Abbiamo già il sangue che bolle…dobbiamo sorbire i loro gli sbarchi…non sappiamo dove sistemarli.
    Almeno la disciplina e comportarsi civilmente e rispettare chi ti Deve accogliere. Rispedire al mittente i valorosi nigeriani alle prigioni del loro paese.

  3. Mauro Scagliotti allora la Rai/piddina e Mediaset/Berlusconiani non daranno mai queste notizie per non darsi la zappa sui piedi da soli!
    Ora parlano di emergenza, ora fanno vedere che ce l’hanno con i paesi europei che rifiutano i migranti, ora “alzano la voce” ma, lo sapevi che proprio loro hanno firmato un accordo che i migranti dovevano sbarcare solo nei porti italiani?
    E sai quando?
    Quando l’idiota di Renzi ha dato gli ottanta euro agli italiani per prendere voti!!
    Ci ha venduti!!!!
    E tu ora aspetti che “loro”divulgano queste notizie???

  4. Ma ci rendiamo conto che ora con questi energumeni neanche i passeggeri viaggiano sicuri sui treni???
    Il governo cosa aspetta a intervenire??? Certamente loro viaggiano sulle auto blindate e con la scorta …

  5. Secondo me bisogna acchiaparne un paio dargliene mai tante e massacrargli le p….e così che sia un esempio per tutti almeno la smettono una buona volta sarebbe da buttare a mare tutti quelli che gli hanno dato il diritto di entrare nel nostro paese io prenderei una nave di quelle belle grandi li prendi tutti senza esclusione e li riportino da dove sono venuti e bloccarli nel loro paese senza più farli uscire stanno facendo quello che vogliono senza rispetto di noi italiani

  6. Ci stiamo facendo invadere da questi clandestini
    Se non si bloccano i porti e non si fanno respingimenti
    La situazione non può che peggiorare !

  7. Semplice …..vogliono evitare che la gente si incazzi ….quindi hanno ordine di non divulgare notizie tendenzialmente pericolose !!!! Siamo un paese di buoni e accogliamo tutta l’Africa che poco ha a che vedere con la guerra in Siria !!!!

  8. Fuori tutti dai c……. queste merde basta non se ne può più siamo esasperati sono dei selvaggi non sono abituati a stare con delle persone civili non possono adeguarsi al nostro modo di vivere civile tutti i giorni stuprano e violentano vanno in giro nudi e i nostri str………i di governanti continuano a farli sbarcare a miglia e migliaia intanto loro hanno le guardie del corpo che li protegge e a noi nessuno ci pensa

  9. Prima di mandarli nei paesi citta’ non se li prendono loro nei loro palazzi ville nei loro giardini mettano tende gazebo se li godano loro loro li fanno venire loro predono i soldi quindi se li godano loro!

  10. Basta non e’ possibile continuare a leggere di queste violenze e non solo sulle donne, ma anche contro le forze dell’ordine , ormai sono talmente tanti che ci hanno portato ad essere RAZZISTI , ci ritroviamo a combattere, delinquenza, spaccio, maleducazione, violazione delle piu’ semplici norme di convivenza civile. E continuano gli sbarchi. Grazie Renzi per aver firmato l’accordo che tutti i migranti devono essere sbarcati in Italia.

  11. Ma i sardi con la pattadesa sempre in tasca…che fine hanno fatto? Ahhhh, già, sono troppo occupati a preoccuparsi che i turisti non portino via, come souvenir, un pugno della “loro” (dicono) sabbia…mah, che tristezza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here