Capodanno, a Genova “botti” vietati

0
CONDIVIDI
BOTTI: ECCO IL VADEMECUM DELLA QUESTURA, NEL FRATTEMPO RIMANE FERITO UN 11ENNE
BOTTI: ECCO IL VADEMECUM DELLA QUESTURA, NEL FRATTEMPO RIMANE FERITO UN 11ENNE
Divieto di botti e petardi a Genova

GENOVA. 17 DIC. Il fitto programma di iniziative della nostra città per le festività natalizie e di fine anno prevede, come già annunciato, anche un suggestivo spettacolo di fuochi e musica che si svolgerà in piazza De Ferrari sabato prossimo, nella stessa giornata del tradizionale Confeugo. Lo spettacolo sarà caratterizzato da luci e musica e non comporterà “botti”. Si tratta di una scelta del Comune orientata a salvaguardare il valore estetico e festoso dello spettacolo senza causare traumi agli animali.

Con questo stesso intento la giunta Doria oggi ha richiamato tutti i cittadini al rigoroso rispetto delle norme in occasione delle prossime festività e della notte di San Silvestro, per evitare danni alle persone e agli animali e garantire la sicurezza. L’Amministrazione ha ricordato che il regolamento comunale di Polizia urbana vieta l’utilizzo di “botti”, petardi e prodotti simili “in tutti i luoghi coperti o scoperti, pubblici o privati in cui si svolgono manifestazioni pubbliche o aperte al pubblico di qualsiasi tipo”. Il divieto include “tutte le vie, piazze ed aree pubbliche ove transitano o siano presenti delle persone” e “all’interno di asili, scuole, ospedali, case di cura, comunità, uffici pubblici e ricoveri di animali (esempio canile e gattile), nonché entro un raggio di 200 metri da tali strutture”.

L’amministrazione comunale fa, inoltre, appello a non usare botti di Capodanno anche nei locali privati dove possano arrecare rischi o comunque disagi alle altre persone e causare traumi agli animali. E’ noto che gli animali, sia domestici che selvatici, avvertono maggiormente le detonazioni e reagiscono spesso in maniera istintiva e incontrollata, esponendosi così a gravi traumi o alla morte, mettendo al contempo a repentaglio anche l’incolumità delle persone.

LASCIA UN COMMENTO