ARCHIVIO

Caos Ventimiglia, poliziotti e carabinieri aggrediti e feriti da migranti che sfasciano il Commissariato

IMPERIA. 2 AGO. Sfasciano la sede del Commissariato di polizia, aggrediscono e feriscono gli agenti e i carabinieri, ma non fanno neanche un giorno di galera. Però, dovrebbero essere espulsi e rimpatriati al loro Paese.

Non è la prima volta che accade a Ventimiglia perché già nel febbraio scorso sei nordafricani avevano devastato il posto di polizia situato nella città di confine.

Stavolta, i protagonisti del violento episodio sono sette africani, in prevalenza sudanesi, riacchiappati dalla Gendarmerie in territorio francese e rispediti in Italia.

Quando i migranti hanno saputo che sarebbero stati caricati su un pullman per essere trasferiti al centro di accoglienza di Taranto, hanno cominciato a dare in escandescenze e hanno praticamente devastato la sede del Commissariato danneggiando il telaio della finestra antisfondamento e il telaio della porta blindata di accesso al salone.

Inoltre, quando le forze dell'ordine sono intervenute per riportarli alla calma, anziché piantarla lì hanno aggredito e ferito due agenti di polizia e due carabinieri.

I sette africani sono stati quindi arrestati con le accuse di violenza e resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato.

Processati stamane per direttissima in Tribunale ad Imperia, i violenti hanno patteggiato e ottenuto la sospensione della pena. Per tutti è stato disposto il trasferimento in un CIE.

Allontanati dal nostro territorio con un decreto di espulsione, ma se il rimpatrio non andrà a buon fine saranno sostanzialmente liberi di ritornarci per poi tentare di oltrepassare di nuovo illegalmente il confine con la Francia.

http://www.ligurianotizie.it/stazione-invasa-da-migranti-e-divieti-per-tutti-poliziotto-razzista-fa-rispettare-le-regole/2017/07/24/255056/