Home Cronaca Cronaca La Spezia

Caos e violenza al centro migranti per sigarette e soldi: 7 africani allontanati

12
CONDIVIDI
Uno striscione contro centro migranti a Multedo: la gente ha paura

Caos e violenze al centro migranti di via Spallanzani alla Spezia. per sette migranti oggi sono stati revocati i privilegi dello status di richiedente asilo che consente di accedere al programma di accoglienza.

I giovani africani, tutti maschi, sono stati quindi allontanati dalla struttura gestita da una coop, dove lunedì scorso era scoppiata una rivolta per sigarette, soldi e wi-fi. Era intervenuta la polizia insieme ai carabinieri. A seguito dei fatti, erano scoppiate di nuovo le proteste degli abitanti esasperati che da tempo chiedono la chiusura del centro.

Alla base della decisione di allontanamento dalla città, assunta dal Prefetto Antonio Lucio Garufi, ci sono proprio i disordini in cui erano rimasti coinvolti una dozzina di migranti.


I sette giovani africani sono stati ritenuti responsabili di avere organizzato le violente proteste al fine di ottenere più denaro e l’anticipo dei pocket money mensili per le loro spese, oltre alla tessera sanitaria per l’acquisto delle sigarette.

Durante la rivolta, un giovane migrante era stato aggredito e lievemente ferito dai compagni perché “colpevole” di non condividere la loro protesta. La decisione di revocare le misure di accoglienza ai sette organizzatori della rivolta è stata assunta anche per questa circostanza. Sull’episodio continuano le indagini della polizia spezzina.

 

 

12 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here