Caos e code nelle Asl per esenzione ticket, Pd attacca Viale

4
CONDIVIDI
Medico furbetto denunciato per falso dai carabinieri
Caos e code nelle Asl della Liguria per ottenere l'esenzione dal ticket
Caos e code nelle Asl della Liguria per ottenere l’esenzione dal ticket

GENOVA. 5 APR. “Le code agli sportelli delle Asl liguri per il rinnovo dell’esenzione del ticket sono assurde e deprecabili. Un disagio che poteva essere evitato con una semplice programmazione. E visto che adesso le Aziende sanitarie dicono di voler correre ai ripari mettendo a disposizione più personale, monitoreremo la situazione affinché le promesse vengano mantenute”.

A puntare il contro la giunta Toti e l’assessore regionale alla Salute Sonia Viale, sono i consiglieri regionali del Pd Raffaella Paita, Valter Ferrando, Pippo Rossetti e Juri Michelucci. I liguri interessati sono circa 60mila.

“A Genova – ha spiegato oggi Ferrando – la situazione lunedì è diventa incandescente. E’ dovuta persino intervenire una volante della polizia per calmare gli animi esasperati delle persone. La Asl 3 genovese ha deciso di correre ai ripari e parla di assunzioni temporanee per far fronte alla situazione: il Pd controllerà che questi impegni vengano onorati ”.

 

“E’ evidente – ha aggiunto Rossetti – che la Regione non ha pensato a organizzare per tempo una programmazione di questi rinnovi, in modo da creare meno disagi possibili ai cittadini. Parliamo di persone anziane che fanno lunghe code per ottenere un loro diritto. La Regione deve assumersi la responsabilità di quanto accaduto e programmare immediati interventi riparatori”.

Sulla stessa linea Michelucci e Paita: “Sono assurde le attese infinite a cui in questi giorni sono stati sottoposti centinaia di cittadini per il rinnovo delle esenzioni sui ticket. E’ evidente che la gestione di questa pratica è stata, e continua a essere, non all’altezza della situazione. Tale inadeguatezza ricade purtroppo sulle spalle dei cittadini. Diventa pertanto urgente che la Regione intervenga anche presso l’Asl 5 per garantire una migliore organizzazione del servizio”.

 

4 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO