ARCHIVIO

CANNES. ITALIA A BOCCA ASCIUTTA. AUDIARD PALMA D'ORO

CANNES. 25 MAG. Jacques Audiard con Dheepan vince la Palma d'Oro del 68° Festival di Cannes.
Dopo aver ricevuto il premio Jacques Audiard ha commentato: “Sono commosso, ringrazio i miei attori senza i quali non ci sarebbe il film e neppure la Pala d'Oro. Ricevere un premio ad opera dei fratelli Coen, è semplicemente straordinario”.
L'ungherese Laszlo Nemes per Il figlio di Saul vince il Grand Prix speciale della giuria del 68° Festival di Cannes.
Il regista cinese Hou Hsiao-Xsien per The assassin, vince il premio per la migliore regia del 68° Festival di Cannes.

Vincent Lindon per la Loi du marchè vince il premio per la migliore interpretazione maschile del 68° Festival di Cannes.
The Lobster del regista greco Yorgos Lanthimos vince il premio della Giuria del 68° Festival di Cannes.
Rooney Mara per Carol e Emmanuel Bercot per Mon Roi, ex aequo il premio per la migliore interpretazione femminile del 68° Festival di Cannes.

Michel Franco per Chronic vince il premio per la migliore sceneggiatura del 68° Festival di Cannes.
La Tierra y la sombra del colombiano Cesar Augusto Acevedo vince la Camera d'Ordel 68° Festival di Cannes per l'opera prima.
L' Italia invece resta a bocca asciutta; il Festival di Cannes 2015 non concede alcun premio per il nostro cinema, nonostante i tre film in concorso: Il racconto dei racconti - Tale of tales di Matteo Garrone, Mia madre di Nanni Moretti e Youth - La giovinezza di Paolo Sorrentino.
A tale proposito, con un po' di ironia, i presidenti della giuria Ethan e Joel Coen commentano: “non avevamo premi per tutti”.

Ora l'appuntamento, anche per l'Italia, è per il prossimo anno. (nella foto © AFP / V. Hache: Jacques Audiard e la sua équipe e la giuria del 68° festival di Cannes). L.B.

Il Festival di Cannes: http://www.festival-cannes.com