Home Cultura Cultura Genova

CANAPA MEDICA, ALLE 18 LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO CON IL PROFESSOR HENRIQUET

0
CONDIVIDI

ospedale san martinoGENOVA 18 NOV. Questo pomeriggio alle 18, alla libreria Feltrinelli di Genova in via Ceccardi, sarà presentato il libro del giornalista Fabrizio Dentini “Canapa Medica. Viaggio nel Pianeta del Farmaco Proibito”.
Oltre all’autore Dentini, interveranno in un dibattito su un tema attuale e scottante, come quello delle cure palliative e dell’utilizzo della canapa in quest’ambito, anche il professor Franco Henriquet, presidente dell’associazione Gigi Ghirotti, e il conduttore televisivo Enrico Cirone.

Il libro esplora il “mondo” della canapa medica in Italia. Argomento controverso dal punto di vista medico e scientifico che non ha ancora una interpretazione condivisa.

La canapa non viene trattato quindi come una opportunità medica, nella sua funzione di medicina, ma, per la sua contiguità con il mondo degli stupefacenti e dell’illegalità dovuta al commercio illegale di sostanze, come una droga.


Questa confusione di rappresentazione crea dei riflessi nella legge che regola il suo utilizzo per cui persone che ne hanno bisogno per alleviare o curare malattie ricadono nella categoria “criminali” invece che “malati”.

Il libro parte dalle storie di italiani che si sono dovuti confrontare, in modo curioso o drammatico, con questa confusione e rende evidente un ulteriore problema che non potrà essere trattato ancora a lungo come “politico” e non medico.

In attesa che ragione e lucidità prevalgano, migliaia di persone soffrono e alcuni più volitivi di altri iniziano una personale esplorazione di questo medicinale attraverso le maglie della società, della legge, della situazione paradossale in cui si vengono a trovare.

Fabrizio Dentini ha individuato e trovato alcune storie rappresentative di questa situazione e le racconta attraverso l’esperienza di persone, tutte reali, nel libro Canapa Medica.

Fabrizio Dentini (Caracas, 1981) giornalista, nel 2007 si laurea in Scienza della Comunicazione con una tesi su “Detenzione e percezione della pena”. Insofferente alle ingiustizie dedica il proprio tempo a raccontare la gabbia di matti nella quale è cresciuto. Dal 2010, con lo pseudonimo Carlos Rafael Esposito, collabora con Soft Secrets, consolidata realtà editoriale europea nell’ambito antiproibizionista e si occupa a tempo pieno di informazione sulla canapa e sulle sue applicazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here