Campo nomadi Bolzaneto, oggi presidio Lega Nord

1
CONDIVIDI
Pensionato aggredito, il campo nomadi di Bolzaneto
Il campo nomadi di Bolzaneto
Il campo nomadi di Bolzaneto
Il campo nomadi di Bolzaneto
Il campo nomadi di Bolzaneto

GENOVA. 9 GEN. Oggi pomeriggio alle 14, in merito al feroce pestaggio avvenuto nei pressi del casello di Bolzaneto da parte di alcuni sinti che si sono poi rifugiati nel campo nomadi di Ns Signora della Guardia, la Lega Nord Liguria ha organizzato un presidio davanti a tale campo nomadi per chiederne lo sgombero.

Al presidio parteciperanno consiglieri regionali, municipali e il Segretario Nazionale della Lega Nord Liguria Edoardo Rixi.

Il Gruppo regionale della Lega Nord condanna duramente l’accaduto e prepara nei prossimi giorni iniziative volte a porre un freno a simili violenze, perché i cittadini hanno diritto di sentirsi sicuri a casa loro e nella propria città.

 

“Continuiamo a condannare simili violenze – dice Franco Senarega, consigliere regionale e commissario provinciale della Lega Nord a Genova – ma con il fatto di ieri sembra che non ci sia più limite al peggio e che purtroppo la situazione sia andata davvero fuori controllo. Ogni giorno ormai esprimiamo solidarietà nei confronti delle forze dell’ordine, bersaglio di continue aggressioni da parte di extracomunitari, ma ciò non basta più. Tutti noi abbiamo il diritto di sentirci sicuri  nella nostra città”.

Sull’argomento è intervenuto anche Salvini che in una nota dichiara: “Basta impunità! Un pensionato lotta tra la vita e la morte dopo essere stato picchiato a sangue mercoledì sera da alcuni sinti a Bolzaneto. Non è il primo episodio di efferata violenza a cui siamo costretti ad assistere. Si tratta purtroppo di un’escalation che non si arresta. Anche le forze dell’ordine sono continui bersagli di extracomunitari e nomadi che spendono il tempo a picchiare e insultare. Basta proteggere delinquenti e assassini. Cos’ altro deve succedere per porre un freno a tutto questo? Chiediamo lo sgombero del campo nomadi di Bolzaneto. La Lega Nord oggi alle ore 14 farà un presidio davanti al campo nomadi di Bolzaneto».

Il Gruppo regionale della Lega Nord presenterà un’interrogazione per sapere quante persone abitano nel campo di Bolzaneto, se le strutture sono in regola con il pagamento delle utenze e se l’attuale situazione igienico sanitaria rispetta le norme vigenti in materia.

“Basta impunità quando si tratta di delinquenti e assassini – dicono i consiglieri leghisti -. I campi rom vanno sgomberati ed è ora di finirla con utenze pagate e mille privilegi. Basta con politiche di accoglienza a tutti i costi, basta con l’ipocrisia di tutti coloro che tacciono davanti all’illegalità”.

Quindi tolleranza zero per chi ha scelto di vivere ai margini della società privilegiando attività criminali, aggredendo cittadini e arrivando anche al punto di sfidare le forze dell’ordine nel corso dei controlli.

“Gli aggressori sono dei codardi – dice Alessandro Piana, capogruppo – fanno gli umili se presi singolarmente, poi il loro comportamento in gruppo è simile a quello di un branco. Tengo a ribadire che ogni volta che accadono simili fatti, i falsi antirazzisti, per opportunità economiche e per dabbenaggine politica, risultino il vero pericolo della nostra società”.

1 COMMENTO

  1. come se ci fosse bisogno di presidi per spiegare che gli zingari sono feccia e che vanno allontanati. Si chiama buonsenso…..

LASCIA UN COMMENTO