ARCHIVIO

CALENDARIO FITTO DI APPUNTAMENTI PER LA SETTIMA FESTA DELL'INQUIETUDINE

SAVONA 16 MAG. E’ fitta di appuntamenti la terza giornata della Festa dell’Inquietudine di Finale Ligure.

Molti gli ospiti attesi sabato 17 maggio a Santa Caterina. Fra questi: il direttore del Salone del Libro di Torino Ernesto Ferrero, al quale sarà consegnato il premio speciale Inquietus Celebration, la scrittrice Paola Mastrocola e il sociologo Luca Ricolfi. In programma anche la consegna del Premio Gallesio a Emanuela Rosa-Clot, direttrice del mensile “Gardenia”, e un convegno su Norberto Bobbio (nella foto) organizzato in collaborazione con il Centro Pannunzio di Torino.

Alle 11 l’Auditorium di Santa Caterina ospiterà l’incontro “Inquietudine Scandinava”, omaggio a Tomas Tranströmer, vincitore del Nobel per la letteratura nel 2011. Gianna Chiesa Isnardi, docente e profonda conoscitrice del mondo culturale scandinavo, parlerà del senso dell’Inquietudine secondo la sensibilità nordica, mentre l’attore Jacopo Marchisio leggerà alcune poesie dell’autore svedese.
Alle 15,15 si terrà nel primo chiostro il convegno “Norberto Bobbio, maestro di fuga dagli schematismi ideologici e dai manicheismi settari”.

“Bobbio è stato uno dei pensatori italiani più importanti del secolo scorso, paragonabile a Sartre, Aron, Popper e Russel. – dicono al Circolo degli Inquieti - Insieme al Centro Pannunzio lo ricorderemo nel decennale della sua scomparsa e lo faremo traendo spunto, in particolare, dalla sua esortazione a mantenere vivi “i frutti più sani della tradizione intellettuale europea”. A dialogare su questo tema saranno il giornalista del Corriere della Sera Francesco Cevasco, il professore di Storia del pensiero politico all’Università di Genova Dino Cofrancesco, lo storico Gianni Oliva e il presidente del Centro Pannunzio Pier Franco Quaglieni (il convegno è accreditato dal Consiglio dell'Ordine degli Avvocati presso il Tribunale di Savona e vale quale aggiornamento professionale dei partecipanti iscritti a un albo forense previa prenotazione e registrazione all'inizio della conferenza).

Alle 17 la Festa si sposterà alla Sala delle Capriate per l’incontro “Italiani in Egitto: andata e ritorno”, con Ernesto Ferrero, l’avvocato e saggista Alessandro Bartoli, il saggista Daniel Fishman e la docente di Relazioni internazionali e storia del Medio Oriente all’Università di Firenze Marta Petricioli.

“Il Club dei 27” è, invece, il titolo dell’incontro in programma alle 18 nel primo chiostro. John Vignola, conduttore di programmi musicali su Rai Radio 2, a colloquio con il presidente del Circolo degli Inquieti Dario Caruso, parlerà di cosa accomuna Jimi Hendrix, Janis Joplin, Kurt Cobain, Amy Winehouse, Jim Morrison e altri che hanno fatto del rock il loro orizzonte artistico ed esistenziale.

Alle 18,30 sarà consegnato nella Sala delle Capriate il Premio Gallesio a Emanuela Rosa-Clot, direttrice del mensile Gardenia, “per l’impegno costante nella diffusione al grande pubblico della cultura del giardinaggio e dell’orticoltura”.

Alle 21 appuntamento all’Auditorium per il “Dialogo sulle fughe nostre e altrui” con Ernesto Ferrero, Paola Mastrocola, Luca Ricolfi e Carla Sacchi Ferrero, filologa con la passione della cucina. Nel corso dell’incontro sarà consegnato a Ferrero il Premio speciale “Inquietus Celebration”. Ricolfi e Mastrocola saranno protagonisti anche di “Fuga a Oxford tra pecore ed equazioni”, l’incontro che si terrà domenica 18 maggio alle 10,30 nel primo chiostro.
Completano le iniziative del 17 maggio due incontri del ciclo “InquietaMente Scuole” all’Auditorium: “Il Finalese, perfetto per i nuovi talenti” (ore 8,45) e “Fuga dei talenti dall’Italia” (ore 9). Quest’ultimo vedrà, fra gli altri, la partecipazione di Marco Milan, ingegnere, skipper e imprenditore “fuggito” nel 2008.

In cartellone anche tre iniziative curate da S.p.i.a. (Sentieri di psicologia integrata e applicata) e dall’Apragip di Genova: il laboratorio interattivo esperienziale “Ring” sul tema della fuga (Sala della Piramide, ore 10,30 e 17,30) e l’aperitivo psicologico “La fuga dalle parole” (Giardini Gallesio, ore 12,30).

Il Museo Archeologico del Finale proporrà inoltre “Viaggio sonoro nella preistoria” con l’artigiano del suono Danilo Raimondo (ore 15) e l’incontro con il geologo Giovanni Dalla Valle “Fuga tra i vulcani della Kamchatka” (ore 18). In concomitanza con la “Notte dei Musei” apertura straordinaria fino alle 23.

A Cà di Nì, palazzo d’epoca con giardino alla francese che si trova a 50 metri dal Complesso monumentale di Santa Caterina, si potrà infine visitare la seconda edizione della rassegna di vini da vitigni rari “Vini Inquieti” organizzata dalla Camera di Commercio di Savona (dalle 10 alle 21).
Tutte le iniziative sono a ingresso libero.

FESTA DELL’INQUIETUDINE
VII edizione
Inquietudine e fuga
Dal 15 al 18 maggio 2014
Complesso Monumentale di Santa Caterina - Finale Ligure (SV)
www.festainquietudine.it

Comitato promotore: Comune di Finale Ligure, Regione Liguria, Provincia di Savona, Fondazione De Mari, Camera di Commercio di Savona.

Ideazione e organizzazione: Circolo degli Inquieti di Savona

Come raggiungere Finalborgo: A 10 al casello autostradale seguire le indicazioni per Finale Ligure. Alla rotonda svoltare a sinistra e percorrere il nuovo ponte, svoltare a destra

Parcheggi:

Porta Testa
1) Piazza Mantero (la zona centrale è zona disco, mentre tutti gli altri parcheggi sono gratuiti)
2) Park delle Mura (a pagamento)
3) Campo Viola (gratuito)
Sono presenti anche numerosi parcheggi gratuiti nei pressi del nuovo ponte: percorsa la rotonda, in direzione Finalborgo, prendere la prima strada a destra prima del ponte

Porta Reale
Parcheggio di Piazza della Lira (zona disco); parcheggi in via Dante gratuiti