Cacciata dal locale perché allatta, Viale: se accertato è fatto grave

0
CONDIVIDI
sonia viale
sonia viale
Il vicepresidente della giunta regionale Sonia Viale (Lega Nord)

GENOVA. 9 MAG. “L’episodio denunciato dalla mamma di Arma di Taggia, poi smentito dalla coppia di gestori del bar, ci fa comunque riflettere sulla necessità della valorizzazione e promozione dell’allattamento e ci conferma che, come Regione Liguria, siamo sulla strada giusta. Il protocollo d’Intesa con l’Unicef, sottoscritto in questi giorni, va proprio nella direzione del sostegno alla diffusione delle buone pratiche per esempio i baby pit stop”.

Lo ha dichiarato oggi il vicepresidente e assessore regionale alla Salute Sonia Viale in merito all’episodio, avvenuto ieri ad Arma di Taggia, di una mamma che sarebbe stata allontanata da un bar perché allattava il figlio al seno.

“Nell’ambito del protocollo sottoscritto con Unicef – ha aggiunto Viale – ci siamo impegnati ad aumentare i luoghi protetti in locali pubblici ‘amici’ delle mamme che allattano i propri bambini. Abbiamo già ricevuto la disponibilità dei farmacisti territoriali a proseguire nelle iniziative avviate, ma auspichiamo un più ampio coinvolgimento anche dei titolari di locali pubblici o associazioni”

LASCIA UN COMMENTO