Buona scuola di Renzi: insegnanti per disabili pagati da Carispezia

0
CONDIVIDI
Disabilità, stanziati dalla giunta Toti altri 13 milioni di euro

LA SPEZIA. 10 OTT. La Fondazione Carispezia oggi ha comunicato di avere stanziato 50mila euro da distribuire tra i vari istituti scolastici dello Spezzino per pagare gli educatori, che si occuperanno degli studenti disabili ai quali non è stato ancora assegnato un insegnante di sostegno. La scelta della Fondazione arriva dopo aver raccolto la denunce dei genitori (circa 80 casi in provincia) che segnalavano ritardi nell’assegnazione dei docenti.

Per protestare contro questa situazione stamane si è svolta una manifestazione di genitori con presidio davanti all’ufficio scolastico regionale alla Spezia. “La scuola deve essere per tutti” hanno urlato, utilizzando anche cartelli e striscioni, i genitori dei ragazzi disabili.

“Nella provincia di La Spezia – ha commentato il consigliere regionale del Carroccio ligure Stefania Pucciarelli – risulta che i casi siano circa 80. Fa piacere sapere che la Fondazione Carispezia aiuti i cittadini più deboli del territorio, colmando il vuoto creato dal Governo.

 

Il dato obiettivo è che la cosiddetta Buona scuola di Renzi, è risultata tale solamente per creare del gran caos tra gli insegnanti danneggiando gli studenti e, in particolare, quelli più deboli.

Mentre la moglie del premier è stata l’unica professoressa ad averne usufruito perché è stata assunta in casa, a Firenze, addirittura a chiamata diretta. E’ una vergogna”.

 

LASCIA UN COMMENTO