Bufera su Yahoo! con email a 007. Snowden: chiudete email

0
CONDIVIDI
Yahoo! nella bufera. Concessi agli 007 la possibilità di scannerizzare email

NEW YORK. 5 OTT. Più che una bufera si potrebbe parlare di un vero e proprio tornado quella che si è abbattuta su Yahoo! Così dopo la vicenda del furto di milioni di informazioni private da parte di un gruppo di hacker rivendute per poche migliaia di euro.
Il gruppo guidato da Merissa Mayer avrebbe autorizzato, in gran segreto, la scannerizzazione di centinaia di milioni di indirizzi di posta elettronica agli 007 Usa, Fbi ed NSA.

A rivelarlo l’agenzia Reuters, che cita fonti vicine al dossier, tra cui due ex dipendenti del gigante del web.

Si tratterebbe del primo caso in cui una società che offre servizi internet che acconsente alle agenzie di intelligence Usa di controllare tutte le emai in arrivo. E secondo le fonti, l’amministratore delegato Merissa Mayer avrebbe obbedito alla richiesta di informazioni da parte degli 007 in contrasto con alcuni dei vertici di Yahoo!.

 

A questo episodio andrebbe legato l’addio del giugno 2015 di uno dei top manager del gruppo, Alex Stamos, allora a capo della Information Security. Ruolo che ora svolge all’interno di Facebook.

Proprio una brutta tegola su Yahoo! nel momento in cui si sta completando l’acquisto di Yahoo! da parte del colosso Usa delle tlc Verizon, per ben 4,8 miliardi di dollari. Forse, per i propri utenti, sarebbe bastato dare l’annuncio dei fatti ed opporsi, come ha fatto Apple, alla richiesta governativa.

Fra i primi a reagire alla notizia Edward Snowden, colui che fece esplodere lo scandalo del ‘Datagate’. Con un appello su Twitter, Snowden invita tutti gli utenti di Yahoo! a chiudere i loro account dopo l’ennesimo scandalo.


LASCIA UN COMMENTO